Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Gamberini verso il Venezia: "Grazie VirtusVerona. Ora voglio camminare con le mie gambe"

Gamberini verso il Venezia: "Grazie VirtusVerona. Ora voglio camminare con le mie gambe"
lunedì 6 giugno 2022, 17:34Serie C
di Claudia Marrone

L'esperienza di Alessandro Gamberini alla VirtusVerona è ormai conclusa, perché, come noto, il vice di Luigi Fresco diverrà il secondo di Ivan Javorcic al Vicenza. Solo questione di ufficialità.

E proprio Gamberini, dalle colonne de L'Arena, ha così parlato in merito: "Chiuso il secondo anno alla Virtus, avevo il desiderio di provare ad andare con le mie gambe. E, con il Gigi (Fresco, ndr) mi sono consigliato come ho fatto sempre perché lo ritengo un mentore. Mi stavo guardando intorno, ma sempre condividendo ogni passo con il Gigi ed ero molto attento a ciò che poteva consigliarmi. Finché non è arrivata una chiamata inaspettata. [...] Io sono ancora ai lavori in corso. Cerco di sfruttare ogni esperienza. E nel mio percorso ho avuto la fortuna di lavorare con Tommy (Chiecchi, con cui è stato all’Ambrosiana). Ma i due anni alla Virtus sono stati determinanti. Ho lavorato in un ambiente che rappresenta una scuola. Ho trovato un mostro sacro come Gigi, che ritengo importante per me tanto quanto lo è stato Mazzone quando ho iniziato la mia carriera da calciatore. [...] Venezia è una società importante, ha una piazza ambiziosa e una proprietà ambiziosa. Stanno parendo dalle basi: è quello che piace a me. Parto con una grandissima motivazione, con una curiosità enorme: avere la possibilità di stare di fianco a Ivan mi riempie di orgoglio e mi dà la possibilità di inserirmi nella metodologia di un allenatore che quest’anno ha fatto una cosa incredibile. Un allenatore che tra gli emergenti è il profilo più forte".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile