Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Ancona, Nocelli: "Soddisfatta della stagione. Da quattro mesi lavoriamo crescere ancora"

Ancona, Nocelli: "Soddisfatta della stagione. Da quattro mesi lavoriamo crescere ancora"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Rotili
mercoledì 4 maggio 2022, 19:34Serie C
di Tommaso Maschio

La presidente e direttore generale dell’Ancona Matelica Roberta Nocelli, che nella prossima stagione assumerà il ruolo di amministratore delegato al fianco di Roberto Ripa, ha fatto un bilancio della stagione appena andata in archivio per poi volgere lo sguardo alla prossima: “Quella di domenica era una partita alla nostra portata, siamo dispiaciuti, perché avremmo voluto continuare questo percorso, che era importante per noi e per la piazza. Il mio bilancio è sicuramente molto positivo, ovviamente quando si costruisce una squadra nuova come la nostra ci sono tanti interrogativi, ma il lavoro di squadra, a partire dal direttore, fino ad arrivare allo staff tecnico e ai ragazzi, ha dato il massimo. Si percepiva nell'aria che saremmo andati oltre alla salvezza. Sono sicuramente soddisfatta, il sesto posto dietro a Modena, Reggiana, Cesena, Pescara ed Entella la dice lunga sul percorso che abbiamo fatto. - continua Nocelli parlando della prossima annata - Ssono quattro mesi che lavoriamo per il futuro, il nostro programma prevede la realizzazione di strutture idonee alla crescita del settore giovanile, ma anche una squadra competitiva per la prossima stagione, oltre al reclutamento di vari giovani ambiziosi sul territorio. Dobbiamo essere una società di calcio sostenibile e la sostenibilità si realizza con la realizzazione di strutture attrattive per i giovani e per le famiglie, che devono essere sicure di lasciare in buone mani i loro figli. Ancona deve diventare un polo attrattivo per il calcio marchigiano. Colavitto? Di queste cose se ne occupano altre figure, non io, la società si è seduta al tavolo più di una volta col mister e lo farà ancora, se dovesse esserci l'obiettivo di proseguire insieme. Credo che ogni componente debba fare la sua parte, poi se son rose fioriranno".