Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Spezia, D'Angelo: "Reagito e poi gestito bene, abbiamo avuto solo 2-3 minuti di sbandamento"

Spezia, D'Angelo: "Reagito e poi gestito bene, abbiamo avuto solo 2-3 minuti di sbandamento"TUTTO mercato WEB
sabato 17 febbraio 2024, 17:31Serie B
di Paolo Lora Lamia

Il tecnico dello Spezia Luca D'Angelo ha commentato così in conferenza stampa il successo per 4-2 contro il Cittadella. Queste sono state le sue dichiarazioni, riportate da Spezia1906.com.

Sulla gara: “L’errore commesso è stato quello di aver preso il 3-2, ma undici contro undici abbiamo dimostrato di stare meglio del Cittadella. Abbiamo reagito e poi anche gestito bene, andando subito sul 3-1 con anche le occasioni per il quarto gol. La disattenzione ha rischiato di costarci cara, poi l’abbiamo chiusa per una vittoria meritata”.

Sulla rimonta: “Anche con il Modena siamo andati sotto e l’abbiamo recuperata, questa squadra c’è sempre stata. Abbiamo un elevato livello tecnico, il secondo gol è di pregevole fattura e significa che i calciatori sono di livello. C’è più consapevolezza ed è quella che serve in campo. In B serve chi conosce il campionato”.

Sul 3-3-4: “Conoscendo le caratteristiche dell’avversario conoscevamo la loro aggressività e dovevamo tenere impegnati i quattro difensori. Tutto è scemato subito con il loro gol, ma abbiamo avuto solo 2-3 minuti di sbandamento e poi ha preso la partita in mano”.

Sull’attacco: “Stanno facendo molto bene, Falcinelli è forte e Di Serio ha grandi qualità. Non dobbiamo dimenticare che Pio Esposito è un 2005 e da solo molte volte si è sobbarcato un lavoro duro, oggi ha fatto bene sul rigore e Moro ha già segnato cinque gol dopo un girone non buono. Sa essere pericoloso, abbiamo quattro centravanti di gran livello. Possono giocare anche insieme e siamo soddisfatti”.

Sul secondo gol: “Ho pensato che mancasse molto e ho cercato di tirare su il morale alla squadra in un momento in cui non era nell’aria. Sarebbe stato un delitto non vincere”.

Sul Picco: “È uno stadio caldo, con i tifosi legati alla squadra e siamo felici di aver dato loro la vittoria. La strada è ancora lunga”.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile