Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Whatsapp, messaggi e gol: Dany Mota Carvalho is back

Whatsapp, messaggi e gol: Dany Mota Carvalho is backTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 21 febbraio 2024, 09:15Serie A
di Luca Cilli

Dany c’è. Si è fatto attendere (forse anche troppo) ma nell’ultimo successo sul Milan chi ha brillato più degli altri è stato proprio Mota Carvalho. Per tutto il tempo in cui è stato in campo nessuna giocata è stata fine a se stessa, la qualità poi è andata di pari passo con la quantità. Intelligente l’occupazione degli spazi e l’attacco della profondità, roba di alto livello alcuni cambi di passo nell’uno contro uno. Totale: un calcio di rigore procurato; un gol meraviglioso costruito in un paio di secondi in cui la palla è passata rapidamente dal sinistro al destro e poi alle spalle di Maignan che l’ha vista girare ma solamente quando era troppo tardi; finte e magie assortite, sufficienti per mandare in tilt Thiaw e Gabbia. Uno show. Peccato che come Paganini anche Mota Carvalho a volte non (si) ripete.

Genio a chiamata Come il famoso Niccolò da Genova, fuoriclasse del violino e per atteggiamenti rockstar dell’800, anche Dany ha in se l’indole dell’artista consapevole di possedere un talento fuori dal comune (o comunque superiore agli altri) che lo porta a riservare il meglio del repertorio non in modo continuo. Si accede quando e come vuole lui, e se è in vena c’è davvero da divertirsi. Altrimenti passa a loop il lato B: stonature varie e l’indole di quello che c’è ma è come se non ci fosse. La controindicazione dell’artista – e poliedrico trequartista - del Monza, che al momento ha vissuto una stagione ondivaga. Lampi di classe e partite insufficienti, giocate da top player e sbagli neanche pensabili per uno con un bagaglio tecnico come il suo. Mota Carvalho non è più giovanissimo, a 25 anni è a ridosso della maturità calcistica. Più che dagli altri il suo futuro dipende da se stesso. Per potenzialità può tranquillamente rientrare nelle rotazioni di un top club, un obiettivo ancora perseguibile se riuscisse a fare andari di pari passo abilità tecniche e mentalità. Skill fondamentale per compiere lo step decisivo.

Whatsapp, gol e meme Chissà che il bellissimo gol al Milan non possa aver svoltato definitivamente la sua stagione. A volte basta una scintilla per andare in hype e restarci a lungo. Ma anche uno come Raffaele Palladino che è lì, osserva e pungola sia nel bene che nel male. Mota Carvalho è un chiodo fisso dell’allenatore che da quando è a Monza ha lanciato – o rilanciato – diversi calciatori. Il suo obiettivo è rendere Dany il prototipo del top player, cioè continuo e forte prima mentalmente e solamente dopo in campo. Fuori da Monzello il rapporto è fatto di battute e messaggi, con annesse previsioni via Whatsapp peraltro esaudite. “Mi ha detto che avrebbe fatto gol”, ha raccontato Palladino subito dopo l’exploit con il Milan. E chissà che a differenza di Paganini questa volta Mota Carvalho non possa ripetersi.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile