Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Vocalelli: "Nel ribaltone Juve, Allegri diventerà qualcosa in più di un semplice tecnico"

Vocalelli: "Nel ribaltone Juve, Allegri diventerà qualcosa in più di un semplice tecnico"TUTTOmercatoWEB.com
giovedì 1 dicembre 2022, 15:15Serie A
di Simone Bernabei

Nel suo commento sulla situazione della Juventus alla Gazzetta dello Sport, Alessandro Vocalelli si sofferma particolarmente sul nuovo ruolo che dovrà ricoprire Massimiliano Allegri: "Ecco perché fa sensazione che - con la “benedizione” di John Elkann - tocchi adesso a Max Allegri una funzione in controtendenza netta. All’interno di una dirigenza che dovrà occuparsi, in primo luogo, di controllare i numeri, affrontare le situazioni più spinose, riportare in fretta stabilità e prospettive soprattutto finanziarie. Con il merito sportivo - che non vuol dire banalmente occuparsi di mercato - nelle mani del suo tecnico. E non c’è mai stato, nella lunga e scintillante storia bianconera, un ruolo così predominante e pieno di significati. Ad Allegri non toccherà soltanto il compito - cosa che peraltro ha già cominciato a fare - di rasserenare i giocatori. Allegri avrà anche l’incarico di essere rappresentativo. Non soltanto delle proprie idee calcistiche - smettendo di partecipare a quel dibattito quasi surreale sulla bellezza del suo gioco - ma soprattutto di istanze più complesse e più profonde. Dalle scelte prettamente tecniche ai rapporti con l’esterno; dal confronto con gli avversari alle relazioni con gli arbitri. Insomma, un manager davvero a tutto tondo".