Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Roma, riecco l'Europa League. In attacco El Shaarawy con Belotti

Roma, riecco l'Europa League. In attacco El Shaarawy con BelottiTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 21 settembre 2023, 07:45Serie A
di Dario Marchetti

L’ultima immagine impressa nella mente dei tifosi romanisti della passata stagione molto probabilmente è quel “that’s football” che il signor Matic, per citare Mourinho, disse a Dybala per provare a consolarlo dopo la sconfitta in finale a Budapest contro il Siviglia. Centotredici giorni dopo la ferita non è ancora rimarginata del tutto e l’Europa League giallorossa riparte con una missione ben precisa, arrivare a Dublino. Un cammino che comincia oggi contro lo Sheriff Tiraspol, un club filorusso (fondato da due ex agenti del KGB) che guai a definirlo della Moldavia. Ha sede nella repubblica separatista della Transnistria e ha proclamato la sua indipendenza senza però che questa fosse riconosciuta ancora oggi dai paesi membri dell’Onu. Una storia, sicuramente non banale, ma alla quale la Roma non darà peso, concentrandosi unicamente sul campo.

Come detto, però, l’Europa League riporta alla mente Budapest e Mourinho non ammette repliche. "Io lo continuerò a dire fino alla fine della mia carriera e anche dopo: la finale dello scorso anno non l'abbiamo persa. Lo farò ogni volta che me ne parleranno”, ha risposto a chi gli chiedeva come si ripartisse dopo la sconfitta in Ungheria. Paragoni con il passato, però, non ne fa perché “ stasera si riparte da zero” e l’obiettivo intanto è “qualificarsi alla fase successiva, se possibile come primi del girone”. Ancora troppo presto, poi, per dire se l’obiettivo della Champions possa esser più facile da raggiungere tramite il campionato o l’Europa League. “Onestamente non lo so - ha risposto Mou - Io poi non riesco a scegliere una competizione”. Anche per questo il turn over contro lo Sheriff ci sarà, ma moderato. In porta, come confermato dallo stesso tecnico, andrà Svilar al posto di Rui Patricio, mentre in difesa giocheranno gli stessi tre di domenica (Mancini, Llorente e N’Dicka) vista anche l’assenza di Smalling. I dubbi, infatti, arrivano dalla cintola in su perché Pellegrini proverà a rientrare con il Torino, mentre Renato Sanches e Dybala potrebbero partire dalla panchina per lasciare spazio a Bove e Belotti.

Con il Gallo, invece, il ballottaggio è tra El Shaarawy e Lukaku. “Ma non vi dico se Andrea e Romelu giocheranno insieme o no - ha concluso Mourinho - Anche se io di solito preferisco giocare con uno dei due centravanti di fantasia”. Un indizio che porterebbe alla titolarità del Faraone insieme a Belotti che quest'anno ha già partecipato a 5 degli 11 gol totali dei giallorossi. Un altro passo rispetto al suo primo anno in giallorosso.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile