Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Roma, all-in col Servette. Spazio a Dybala-Lukaku dall'inizio

Roma, all-in col Servette. Spazio a Dybala-Lukaku dall'inizio TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 30 novembre 2023, 08:00Serie A
di Dario Marchetti

Dimenticare il ko di Praga, ma imparando dagli errori del passato. E’ la missione della Roma che nei prossimi 180 minuti, gli ultimi della fase a gironi, si gioca il passaggio del turno e la possibilità di evitare, come successo lo scorso anno, di dover disputare i playoff. La sconfitta contro lo Slavia ha complicato i piani dello Special One che oggi tornerà in panchina dopo la squalifica per gli insulti all’arbitro Taylor, perché nonostante giallorossi e cechi siano a pari punti, per ora la squadra di Praga è prima per una questione di differenza reti. Ecco perché alla Roma stasera non servono solo i tre punti, ma anche segnare tanti gol. Non è dello stesso avviso José. “Conta solo vincere, perché non ho paura di giocarmi la qualificazione all’ultima giornata davanti al nostro pubblico contro lo Sheriff”, ha detto Mourinho che ha poi provato a punzecchiare anche il Servette. “Per loro sarebbe meglio concentrarsi sul campionato e alla gara di domenica, schierando la squadra B contro di noi”. E non lesina critiche al campo di gioco: “E’ un disastro, forse gli agronomi sono in vacanza da tre settimane”. Mindgames a parte, per lo Special One c’è anche il rebus formazione da sciogliere. “Perché farò dei cambi - ha annunciato - Ma mi aspetto una reazione da chi ha giocato meno e anche da chi sarà chiamato a entrare dalla panchina e fare bene”. La parola d’ordine, però, resta “gestione”, anche perché in tre giorni ci sarà anche la trasferta a Reggio Emilia dopo quella svizzera.

“Per questo Dybala, Pellegrini e Renato Sanches (tornato tra i convocati, ndr) non potranno giocare tutti insieme”, ha spiegato il tecnico. Più facile che dei tre a cominciare dall’inizio siano Pellegrini e Dybala, con l’argentino al fianco di Lukaku, chiamato a invertire un trend che in giallorosso lo ha visto segnare solamente un gol nelle ultime sei gare disputate a fronte dei nove totali fin qui segnati. Da valutare oggi ci sarà Mancini che oggi si è allenato e non è al meglio. “Ma se mi dice che può giocare allora andrà in campo perché non ne abbiamo altri”, ha detto ancora Mou. Attenzione poi al fattore campo e non quello del Servette, già bistrattato da José, perché in trasferta nel 2023 la Roma ha vinto appena 4 partite. “E’ una questione di mentalità”, secondo Llorente. La pensa uguale l'allenatore che recentemente ha parlato di una squadra che fuori casa non è ancora la gang di banditi che vorrebbe. Adesso c'è la prova del nove con il doppio impegno lontano dall'Olimpico. Prima il Servette e poi il Sassuolo con lo Special One non abituato a fare calcoli, ma a giocarsela sempre su più fronti.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile