Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, la vetta dista 13 punti: i problemi dell'attacco e l'obiettivo Europa League

Milan, la vetta dista 13 punti: i problemi dell'attacco e l'obiettivo Europa LeagueTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 28 febbraio 2024, 10:45Serie A
di Andrea Piras

E' la stagione dei rimpianti in casa Milan. Quasi da "vorrei ma non posso". I rossoneri sono reduci dal pareggio casalingo contro l'Atalanta che, riporta l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, è stato lo specchio del campionato della formazione di Stefano Pioli. Il vantaggio iniziale di Leao dopo appena tre minuti aveva fatto ben sperare i sostenitori del Diavolo di poter proseguire la corsa al secondo posto, un po' come le tre vittorie nelle prime giornate contro Bologna, Torino e Roma ma il pari della Dea è un po' come il derby per 5-1 che ha rappresentato un primo campanello d'allarme su come sarebbero state le gerarchie cittadine.

Scudetto addio
E il passo dei nerazzurri è stato nettamente superiore a quello di Leao e compagni. La squadra di Inzaghi adesso è scappata a +13 e oggi avrà anche la possibilità di allungare ulteriormente nel recupero contro l'Atalanta. Un distacco così dai nerazzurri capolisti non si registrava dalla stagione 2007-2008 quando alla 26a giornata i punti erano ben 18.

Attacco spuntato e obiettivo Europa
La sfida contro l'Atalanta, scrive sempre il quotidiano, ha messo in risalto anche un problema nel reparto offensivo. Se da una parte c'è un Leao che può raggiungere grandi velocità, dall'altra ci sono invece Chukwueze e Okafor che non hanno brillato in rossonero. Obiettivo quindi cercare di rimanere all'interno della zona Champions League ma soprattutto puntare alla finale di Europa League, competizione che (in caso di vittoria) garantirebbe l'accesso nella coppa dalle grandi orecchie.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile