Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio-Sassuolo 1-1, le pagelle: Kamada in serata no, Zaccagni si prende la scena

Lazio-Sassuolo 1-1, le pagelle: Kamada in serata no, Zaccagni si prende la scenaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 27 maggio 2024, 06:25Serie A
di Giacomo Iacobellis

Risultato finale: Lazio-Sassuolo 1-1

Le pagelle della Lazio (di Antonino Sergi)

Provedel 6 - Seconda partita consecutiva per l'ex Empoli dopo l'infortunio, conclude con un gol al passivo e non può nulla sulla conclusione ravvicinata di Viti. Per il resto solo qualche facile parata a terra.

Marusic 6 - Qualche problema in marcatura nel suo nuovo ruolo ma alla fine riesce a strappare la sufficienza in una serata dove l'attacco dei neroverdi si rende poco pericoloso davanti.

Romagnoli 5,5 - Nel duello con Mulattieri non soffre quasi mai, mura qualche conclusione poi però è suo lo sfortunato tocco di testa che diventa un assist per la rete di Viti del Sassuolo.

Gila 6 - Pronti via dimostra di avere doti anche da trequartista, disegna un tracciante perfetto che manda in porta Hysaj che spreca. Poi dietro soffre poco le folate offensive del Sassuolo.

Hysaj 5,5 - Non ha le doti da bomber, soltanto tre gol nella sua lunga carriera in Serie A e lo dimostra con la rete divorata in avvio di gara sparando su Cragno. Poco attivo lungo la corsia di destra.

Vecino 6 - Ordinaria amministrazione in mezzo al campo per l'uruguayano, gioca da spalle di Rovella e prova qualche imbucata per Castellanos. Prova sufficiente la sua. Dal 53' Felipe Anderson 6 - Era la sua ultima gara all'Olimpico, prova a mettersi in mostra ma sbatte contro il muro neroverde.

Rovella 6,5 - Prova a metterci qualità in mezzo al campo, gestisce tanti palloni e smista per i compagni. Sempre a testa alta l'ex Juventus che gioca una metà di gara di buon livello. Dal 53' Guendouzi 6 - Prova a dare freschezza al reparto di centrocampo, buon impatto con la sfida.

Pellegrini 6,5 - Corsa, anche tanta per l'ex Cagliari che ara la corsia mancina quando ha spazio per colpire. Sempre presente in fase offensiva, poi ingaggia un buon duello con Missori. Dal 72' Lazzari 6 - Qualche sgasata nel finale.

Kamada 5,5 - Dopo gli elogi di Igor Tudor, imbecca una serata storta. Non la migliore per il giapponese che fa fatica in mezzo alle linee, poi viene scalato in mezzo al campo e spreca anche una buona occasione.

Zaccagni 7 - Il futuro della Lazio è tutto suo in vista delle partenze di Felipe Anderson e Luis Alberto, si prende la scena nella ripresa quando disegna la traiettoria perfetta su calcio di punizione che rompe la parità.

Castellanos 5 - Voleva lasciare il segno in quest'ultima giornata di campionato davanti al suo pubblico ma non trova mai la giocata, anzi non riesce mai a ricevere palloni giocabili in area di rigore. Spento. Dal 72' Immobile 6 - Prova a lasciare la firma nel match, almeno rispetto al compagno calcia in porta e chiama in causa Cragno.

Igor Tudor 6 - Un pareggio, magari voleva concedersi con una vittoria davanti al suo pubblico che però fa piovere qualche fischio dalle tribune per come è andata a finire questa stagione. Non dà spazio a Luis Alberto che aspettava di entrare in campo per salutare i tifosi biancocelesti.

Le pagelle del Sassuolo (di Antonino Sergi)

Cragno 6,5 - Non sembra perfetto in occasione del calcio di punizione vincente di Zaccagni ma si rende protagonista di due grandissime parate, una parte tempo prima su Hysaj e poi su Immobile.

Erlic 6 - In qualche occasione va in sofferenza quando viene puntato nello stretto da Zaccagni, per il resto gioca una partita attenta senza concedere più di tanto agli avanti biancocelesti.

Viti 6,5 - Nell'ultima giornata di questo campionato, saluta la Serie A con la prima rete in massima serie. Sfrutta d'attaccante il rimpallo e trova il primo sigillo, il secondo in carriera dopo quello in Ligue 1.

Ferrari 6 - Dopo le giornate da dimenticare della retroguardia neroverde, all'Olimpico partendo dal capitano si respira maggior compattezza dietro e poche sbavature.

Missori 6,5 - Buoni segnali da parte dell'ex Roma che gioca una partita di livello lungo la corsia destra, moto perpetuo in entrambe le fasi. Bravo in fase difensiva con qualche diagonale importante. Dal 89' Pedersen sv.

Lipani 6 - Forse un po' troppo timido in mezzo al campo nel primo tempo quando fa fatica ad uscire, meglio nella ripresa con qualche strappo interessante negli spazi e con personalità. Dal 84' Racic sv.

Obiang 6,5 - Di lotta e di governo, in mezzo al campo fa valere l'esperienza e la fisicità nei duelli ravvicinati contro i palleggiatori della squadra di Tudor. Era solo all'ottava presenza ma è uno dei migliori in campo.

Thorstvedt 6,5 - Meno presente in area di rigore avversaria come ha fatto in questo campionato, fa valere il fisico però nei duelli in mezzo al campo e con il mancino disegna buone traiettorie per i compagni.

Doig 6 - Conclude la sua stagione con la maglia del Sassuolo con una prova ordinata lungo la corsia mancina, sfida Hysaj e non ha grandi problemi per disinnescare l'ex Empoli e Napoli. Dal 75' Toljan sv.

Volpato 6 - Strappa la sufficienza in quello che era il suo vecchio stadio, soprattutto nelle prime battute di gara ha provato a mettersi in mostra dopo il poco spazio in stagione. Un mancino che viene però bloccato da Provedel. Dal 75' Laurienté sv.

Mulattieri 5,5 - Preferito a Pinamonti in quest'ultima giornata di campionato, prova a battagliare contro i centrali della Lazio senza però mai trovare lo spunto giusto per rendersi pericoloso. Dal 84' Pinamonti sv.

Davide Ballardini 6 - Ultima a testa alta per il suo Sassuolo retrocesso in Serie B, gioca una buona gara anche perché liberi di testa. Merita il pareggio, lancia qualche giovane interessante e si conceda dalla massima serie con un pareggio all'Olimpico..

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile