Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Italia, Raspadori: "Voglio vivere un'annata da protagonista. Conte? L'ho già sentito"

Italia, Raspadori: "Voglio vivere un'annata da protagonista. Conte? L'ho già sentito"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 18 giugno 2024, 15:15Serie A
di Tommaso Bonan

A due giorni dalla seconda gara di Euro2024 contro la Spagna, a fare il punto sul momento dell'Italia - e non solo - ci ha pensato Giacomo Raspadori. In conferenza stampa l'attaccante del Napoli si è soffermato tra le altre cose anche sul proprio futuro: "Sono un ragazzo ambizioso, voglio ritagliarmi quanto più spazio è possibile e a 24 anni non posso più considerarmi un giovane. Il mio obiettivo è avere più continuità, ciò che cercherò di fare è lavorare per avere più continuità. E' il mio principale obiettivo".

Ti senti in questo momento sottostimato?
"Sottostimato assolutamente no, sono all'interno di un gruppo di giocatori fortissimi e mi sto giocando un Europeo. Sicuramente non ho avuto nell'ultimo anno la continuità che mi avrebbe portato più benefici anche a livello di numeri, ma sottostimato no. E' chiaro che non c'è da mollare mai e da costruirsi l'occasione ogni giorno, questo è ciò che mi ha sempre un po' contraddistinto cercando di farmi trovare pronto".

Fai qualche riflessione sul futuro? L'esser poco utilizzato ha un responsabile?
"Non ci sono colpe. La mancanza di continuità può portare a essere meno pronto rispetto a chi ha avuto più continuità, meno brillantezza. Ma per come sono fatto io non credo di aver perso qualcosa anche se non ho avuto la continuità sperata. So di essere al 100%".

C'è un problema di cultura dei giovani? A Napoli passerai da un ct a un ex ct: hai già sentito Conte?
"E' una problematica che va avanti da un po' di tempo. In Italia a 24 anni un calciatore è considerato giovane, poi magari all'estero hanno già 150-200 partite da titolare. Io pure essendo un giocatore italiano non mi reputo giovane, spero questa mentalità possa cambiare. Nel mio percorso ha avuto la fortuna di incontrare il Sassuolo e De Zerbi che mi hanno dato la possibilità di giocare e sbagliare, questo mi ha portato a essere qui oggi con una certa consapevolezza. Spero che i ragazzi di oggi possano avere più occasioni. Mi sono già sentito con Conte, ci siamo conosciuti, ma ora siamo qui focalizzati in quello che è il sogno di ogni ragazzi".

Hai detto che sei ambizioso e vuoi ritagliarti il tuo spazio. Pensi di poterlo fare a Napoli o pensi di andare altrove?
"Il mio obiettivo è quello, voglio vivere un'annata da protagonista, avere continuità. Non siamo ancora entrati in discorsi, ancora è presto e non ho ancora conosciuto di persona Conte. E' troppo presto per parlarne e non siamo nemmeno nella sede opportuna".

Leggi qui la conferenza stampa integrale di Giacomo Raspadori

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile