Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter-Juventus 0-1, le pagelle: Dumfries da 4,5. Fagioli è ovunque, Kostic chirurgico

Inter-Juventus 0-1, le pagelle: Dumfries da 4,5. Fagioli è ovunque, Kostic chirurgicoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 20 marzo 2023, 06:15Serie A
di Ivan Cardia

INTER-JUVENTUS 0-1
(23' Kostic)

Risultato finale: Inter-Juventus 0-1

Le pagelle dell'Inter - A cura di Ivan Cardia

Onana 5,5 - Piazzato male sul diagonale di Kostic che sblocca la gara, un errore di lettura che a conti fatti condiziona tutta la serata.

Darmian 6 - Mister affidabilità non tradisce, anche se la prova monstre di Porto è ben lontana. Qualche pezza sui tanti errori di Dumfries. (Dall'80' Correa s.v.).

De Vrij 6,5 - Tolta la ruggine, risponde presente. Chiude gli spazi a Vlahovic, all'attivo anche un salvataggio su uno dei tanti bis sfiorati da Kostic.

Acerbi 6 - Rispetto a Bastoni, manca qualcosa quando c'è da spingere. Però a livello difensivo vive una serata tutto sommato tranquilla.

Dumfries 4,5 - Altra serata di fatica: Kostic fa quel che vuole, lui resta ammirato a seguirne le evoluzioni come in occasione del gol che sblocca la partita. (Dall'83' Bellanova s.v.).

Barella 6,5 - Il più pericoloso dei suoi in avvio, il cartellino giallo in gare come questa è per lui come lo smoking a una cena di gala. Evita il bis di Kostic a fine primo tempo: il migliore dell'Inter finché è in campo, e infatti non prende bene il cambio. (Dal 63' Mkhitaryan 5,5 - Chiamato a riposare, poi agli straordinari. Non cambia la serata).

Brozovic 5 - Torna a dettare i tempi, più che altro è un continuo pestarsi i piedi col venti turco qui sotto. E lui finisce a passeggiare per il campo.

Calhanoglu 5,5 - Tanti, troppi errori tecnici, sia nei controlli che negli appoggi ai compagni. E con Brozovic in regia va a cercarsi spazi per dettare comunque la manovra, in un gigantesco equivoco tattico.

Dimarco 5,5 - Rispetto al collega sull'altra fascia, almeno prova ad affondare, pur se con esiti migliorabili. Considerato il dirimpettaio meno pericoloso di Kostic, la nota di merito è relativa. Esce dolorante. (Dal 63' D'Ambrosio 5,5 - Chiude col cartellino rosso una serata abbastanza anonima).

Lukaku 5,5 - Per buona parte del primo tempo sembra tornato quello vero: corse, spallate e pure ottimi suggerimenti per i compagni. Cala vistosamente col passare dei minuti. (Dall'80' Dzeko s.v.).

Lautaro 5 - La fotografia della serata è lui che s'inginocchia per evitare di finire nella traiettoria di tiro di Brozovic, com'era accaduto con Calhanoglu pochi minuti prima, e il croato che lo centra in pieno. Derby d'Italia da Calimero, all'interno dei consueti up & down delle sue stagioni.

Simone Inzaghi 5 - A proposito di alti e bassi, dalla gloria di Porto alla cenere del Meazza. Le probabili proteste contro l'arbitro non basteranno a nascondere una serata molto complicata. Discutibile il "disciplinare Inzaghi" applicato nel cambio dii Barella, cambia assetto troppo tardi e a conti fatti la perde lui.

Le pagelle della Juventus - A cura di Antonino Sergi

Szczesny 6 - Barella gli riscalda i guanti in avvio, poi risponde nuovamente presente sempre sul centrocampista nerazzurro. Finiscono poi le fatiche, l'Inter non calcia più in porta.

Gatti 7 - Dopo quasi due mesi torna a giocarsi una partita da titolare in A, e che partita. Si prende un giallo alla mezzora, questo non inficia per niente nella sua prestazione che è una delle migliori della stagione. Tiene alta la soglia dell'attenzione, lavora d'anticipo e non sbaglia. Salva tutto sul finale quando anticipa Lukaku sul traversone basso di Dumfries.

Bremer 6,5 - Lautaro e Lukaku non calciano mai in porta, anzi giocano pochissimi palloni in area di rigore bianconera. Merito anche del brasiliano, roccioso ed efficace. Pochi rivali nel gioco aereo.

Danilo 6 - Ormai completamente a suo agio nei tre dietro, ha vita anche piuttosto facile in questa sfida. Dumfries attacca ma non punge, si intende bene con Bremer.

De Sciglio 6 - Ordinaria amministrazione lungo la corsia di destra, qualche errore ma attento sulle scorribande offensive di Dimarco. Si vede meno davanti, la Juventus predilige la corsia opposta. Dal 75' Cuadrado sv.

Fagioli 7 - Ormai indispensabile per il centrocampo di Allegri, gioca una partita da veterano. Dinamismo e agonismo, con personalità gestisce la manovra bianconera. Non sente il peso della partita, corre dal primo all'ultimo minuto.

Locatelli 6,5 - Come un vigile in mezzo al campo, gestisce il traffico in una partita tesa e dai buoni ritmi. Va vicino al gol nel secondo tempo, tante chiusure importanti come su Calhanoglu.

Rabiot 7 - Insieme a Kostic è uno degli uomini più in forma della Juventus, e si vede. Nonostante i dubbi, costruisce e serve l'assist per la rete di Kostic. Sempre al centro dell'azione, le sue cavalcate guidano le ripartenze bianconere.

Kostic 7 - Mancava soltanto il gol all'ex Eintracht in un mese ricco di grandi prestazioni, dopo gli assist arriva la gioia personale. Chirurgico il mancino a sbloccare il risultato, poi la solita corsa e i tanti traversoni messi in mezzo.

Soulé 6 - Titolare al Meazza, roba non da poco per un classe 2003. A volte anche troppo generoso, una partita ordinata per l'argentino che senza palla si occupa anche di schermare il primo possesso nerazzurro su Brozovic. Dal 66' Chiesa 6 - Entra subito bene in partita, tante sgasate a campo aperto. Poi accusa un problema fisico. Dal 84' Paredes sv.

Vlahovic 6 - Protagonista nell'azione del gol del vantaggio, partita di sacrificio per il centravanti serbo. Battaglia con De Vrij, lavora molto di sponda però finisce per non calciare mai verso la porta di Onana.

Massimiliano Allegri 7 - Prepara bene la partita, colpisce l'Inter in ripartenza. Trova il gol, esce bene da situazioni complicate e ritrova una difesa impenetrabile. Una partita di sacrificio, ingabbia i nerazzurri. Giuste tutte le scelte, una vittoria pesante e meritata con la speranza del 19 aprile.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile