Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter, Inzaghi: "Dobbiamo proseguire senza soste. Scudetto? Pensiamo al Genoa"

Inter, Inzaghi: "Dobbiamo proseguire senza soste. Scudetto? Pensiamo al Genoa"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 28 febbraio 2024, 23:22Serie A
di Paolo Lora Lamia

L’allenatore dell’Inter Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di DAZN dopo il netto 4-0 casalingo contro l’Atalanta.

Colpisce la ferocia con cui l'Inter non ha mollato anche dopo il 4-0.
"Sono stati bravissimi. In avvio l'Atalanta ci pressava alta e non abbiamo approcciato come al solito, poi abbiamo trovato il gol e preso una traversa. Nel secondo tempo siamo tornati in campo con la ferocia solita e sono ottimi segnali del nostro percorso, che deve continuare senza soste".

Cosa le ha detto Dimarco dopo il gol?
"Mentre si aspettava il Var, ho detto a Dimarco di andare sulla respinta e di dirlo anche a Dumfries. Bravissimo Federico a non entrare prima e a fare il gol che ha chiuso la partita".

Lo dice anche quando batte Calhanoglu?
"Sempre. Dobbiamo farlo, perché è importantissimo. Dal rigore del Verona, è arrivato prima l'avversario sulla respinta. C'è sempre da migliorare".

Riesce a godersi la sua squadra o sempre testa bassa?
"La squadra gioca bene, ma è 2 anni e mezzo che sto godendo. Abbiamo vinto 5 titoli e giocato una finale di Champions. Ora in campionato abbiamo preso un buon margine, ma sappiamo che dal 28 gennaio al 28 febbraio eravamo alla pari della Juventus. Le partite sono tantissime, dobbiamo restare concentrati".

Pensa di avere una squadra ingiocabile?
"Una squadra che cambia uomini e rimane con i propri principi. Questa è una soddisfazione, insieme a quello che abbiamo creato a San Siro con i nostri tifosi. Chi entra fa sempre bene, per me è semplice fare le formazioni. Darmian ha fatto un gran primo tempo, ho dovuto cambiarlo e Dumfries ha fatto altrettanto bene. Ho la fortuna di avere ragazzi che mi danno tutto".

Marotta vuole che resti: lei cosa dice?
"Sto benissimo qua, con i ragazzi, la società e i tifosi. Abbiamo gli ultimi tre mesi, dobbiamo mantenere una concentrazione folle e parlare di altro non mi interessa e neanche alla società".

Cosa vi siete detti con Frattesi?
"Ho voluto accertarmi di Davide, era stato straordinario a Lecce e aveva crampi nel finale. E' in un ottimo momento e ci sta dando grandi soddisfazioni. Deve continuare così e sarebbe un peccato se si fermasse".

Bastoni cresciuto a livello tecnico e umano.
"Posso parlare solo bene, in 2 anni e mezzo avrà sbagliato 1/2 partite. E' di un'intelligenza mostruosa, è innamorato dell'Inter e deve continuare così. Mi dispiace che non ci sia lunedì, ma si riposerà per la prossima".

Parlate di titoli?
"Ce n'è stato uno a gennaio con la Supercoppa, pensiamo a lunedì quando affronteremo un Genoa agguerrito".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile