Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
esclusiva

Ramaccioni: "Vincere ci farebbe tornare ad essere il Milan. Temo più di tutte la Juve"

ESCLUSIVA TMW - Ramaccioni: "Vincere ci farebbe tornare ad essere il Milan. Temo più di tutte la Juve"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
lunedì 14 marzo 2022, 13:35Serie A
di Lorenzo Marucci

"Ci sono ancora nove partite, inizia il momento vero, delicato, della stagione. I giochi sono aperti". Silvano Ramaccioni dirigente storico del Milan dell'era Berlusconi parla così a Tuttomercatoweb.com. "Dalla Juve in su tutte sono in lotta per il titolo. E quella bianconera è la squadra che mi mette più paura perchè con l'arrivo di Vlahovic ha trovato la soluzione ad ogni partita".

L'Inter come la vede?
"La vedo bene come prima, anche in passato Inzaghi alla Lazio aveva un periodo un po' meno brillante che coincideva con febbraio-marzo ma non la chiamerei crisi bensì rallentamento. Aveva fatto una stagione eccezionale ma comunque ora sono sempre tutti lì in corsa. Per il Milan vincere sarebbe sogno ma occorre pensare partita per partita. Già a Cagliari sarà estremamente difficile: speravo che la squadra di Mazzarri non perdesse con lo Spezia".

Cosa può avere il Milan in più rispetto alle altre?
"Quest'anno abbiamo giocato molto spesso senza Ibra: speriamo di riaverlo per il finale e che sia determinante. Il gruppo è giovane, l'allenatore è riuscito a dare convinzioni sul gioco. Ma credo che la squadra non abbia niente di più e niente di meno rispetto a chi è in lotta per fare questo traguardo. Quanto al Napoli dopo il ko col Milan ho detto ad un mio amico tifoso partenopeo che ero sicuro che avrebbe reagito, così come era accaduto già in questa stagione. Dopo una sconfitta riesce a recuperare ed è una caratteristica positiva della squadra di Spalletti".

Anche il Milan dopo le cadute si è sempre rialzato...
"E' una caratteristica che mi fa molto piacere, così come quella della solidità del gruppo. Guardiola in un'intervista di qualche giorno fa diceva a proposito del suo City: 'Non facciamo come il Milan che dopo le grandi vittorie è andato poi anni dopo in difficoltà'. Io sono andato in pensione dal Milan quando il dottor Berlusconi ha lasciato e fino a quel giorno eravamo stati fra i primi in Europa oltre che in campionato. Poi c'è stato questo gap triste. Ecco, ora vincere ci farebbe tornare ad essere il Milan..."

© Riproduzione riservata