Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
esclusiva

Ramaccioni: "Milan grande in campionato. Champions? Asticella ancora alta"

ESCLUSIVA TMW - Ramaccioni: "Milan grande in campionato. Champions? Asticella ancora alta"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
giovedì 4 novembre 2021, 14:40Serie A
di Lorenzo Marucci

Silvano Ramaccioni ha lavorato al Milan da dirigente per 26 anni e dall'alto della sua esperienza prova ad inquadrare la stagione della squadra rossonera tra campionato e Champions. "Intanto - dice a Tuttomercatoweb.com - faccio i super complimenti al Milan per come sta giocando in campionato, davvero molto bene facendo divertire e con qualità e classe. In Champions siamo stati fuori per un po' e siamo ripartiti col piede sbagliato: a mio parere l'unica partita buona è stata una parte di quella col Liverpool. Mi auguro di non andare in Europa League che è una competizione anomale, oltretutto in questo periodo".

In Champions paga un po' di inesperienza?
"Sì ma poi in realtà come accade in ogni campo dai più piccoli fino a quelli della serie A, succede che l'asticella è più alta e la Champions per noi del Milan ha dimostrato che è ancora un po' troppo alta".

Il Milan però può fare lo stesso percorso dell'Inter dell'anno passato che dopo l'uscita dalla Champions si è concentrato solo sul campionato...
"Mi auguro che ci sia un percorso simile all'anno scorso e poi altre cose non voglio dirle e non le dico... Tornando alla Champions tutti i gironi sono forti ma ho capito dall'inizio che sarebbe stata dura".

Ora intanto arriva il derby...
"Il derby è difficile sempre. Vince chi non dovrebbe. L'Inter è reduce dalla conquista dello scudetto e in questo avvio di stagione ho sentito parlare di campanelli d'allarme a cui non credo. Spero naturalmente che vinca il Milan".

© Riproduzione riservata