Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Da Koulibaly a Tomori, da Thiago Silva a Leao. 10 crossover passati e futuri di Chelsea-Milan

Da Koulibaly a Tomori, da Thiago Silva a Leao. 10 crossover passati e futuri di Chelsea-MilanTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Imago/Image Sport
mercoledì 5 ottobre 2022, 11:00Serie A
di Simone Bernabei
fonte dall'inviato a Londra

A guidare l’attacco rossonero questa sera a Stamford Bridge ci sarà Olivier Giroud. Uno che proprio nei 4 anni al Chelsea ha lasciato buoni ricordi e che con la maglia blu addosso ha vinto di tutto un po’, dalla Champions all’Europa League. Dall’altra parte, a cercare di limitarlo, ci sarà quel Thiago Silva mai totalmente dimenticato dai tifosi rossoneri: restò tre anni a Milanello, abbastanza per vincere il campionato ed essere venduto al PSG a suon di milioni. In campo, acciacchi fisici permettendo, ci sarà anche Jorginho: il passato al Napoli è difficile da dimenticare, arrivò a Londra per volere di Sarri e da lì non si è più mosso. E recentemente lo ha raggiunto pure Kalidou Koulibaly, ai primi calci su Fulham Broadway e non ancora centrato nella nuova filosofia britannica. E non scordiamoci di Mateo Kovacic, passato interista e rimpianto per la Serie A. Un rimpianto come lo è Pierre-Emerick Aubameyang, che dopo le giovanili proprio col Milan ha girato, segnato e vinto in tutta Europa prima di planare su Londra in estate. La strada Inghilterra-Italia l’ha invece percorsa Fikayo Tomori: era una promessa dell’academy Blues, è andato in prestito prima di essere scovato da Maldini che lo ha rapito e portato a San Siro. Chiusura con Cesare Casadei: non ci sarà perché non è in lista Champions, ma siamo certi che sentirà la partita come un suo derby.

Chi potrebbe seguirlo? Magari Rafa Leao, oggetto del desiderio del Chelsea e piuttosto elogiato da Potter in conferenza stampa. Un “top top top player”, non fosse chiaro il concetto. Un percorso inverso potrebbe però farlo Hakim Ziyech: in estate il Milan lo aveva cercato prima di virare deciso su De Ketelaere, ma il gradimento non è passato. Intanto le panchine restano tante e i mesi del contratto sempre meno. Chissà…

Primo piano
TMW Radio Sport