Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Bologna, tra entusiasmo e proteste: a Torino l'1-1 fa discutere

Bologna, tra entusiasmo e proteste: a Torino l'1-1 fa discutere TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 28 agosto 2023, 08:30Serie A
di Micol Malaguti

A Torino si rivede il Bologna che la scorsa stagione ha fatto tanto parlare di sé. Nel posticipo dell'Allianz Stadium i rossoblù costringono infatti la Juventus a fermarsi su un 1-1 bello e divertente, deciso dalle reti di Ferguson e Vlahovic ma macchiato da una decisione arbitrale su cui il Bologna non ha mancato le proteste.

Dopo un avvio di studio, i rossoblù affondano il colpo poco prima della mezz'ora passando in vantaggio con Lewis Ferguson. Lo scozzese mette a segno il primo centro stagionale battendo Perin e portando avanti i suoi che si dimostrano la squadra organizzata e attenta che aveva chiesto Motta. Con il passare dei minuti i felsinei tengono banco nonostante l'avversario, riuscendo a chiudere in vantaggio la prima frazione di gioco e senza subire azioni veramente pericolose da parte dei padroni di casa. Due poi gli episodi chiave della gara, entrambi durante i secondi 45 minuti di gioco. Prima il gol annullato correttamente alla Juventus che era passata in vantaggio con Vlahovic, la cui rete viene giudicata irregolare dal Var e dal direttore di gara per il fuorigioco di Rabiot che ostruisce la visuale di Skorupski. In seconda battuta, ma non per importanza, il rigore negato ai rossoblù ancora sull'1-0 in favore del Bologna: Ferguson verticalizza per Zirkzee fermato da Perin, sulla ribattuta va Ndoye: lo svizzero si avventa sul pallone ma non riesce a impattarlo a causa dell'intervento da dietro di Iling. Per l'arbitro l'azione non é da sanzionare, a differenza della proteste della panchina rossoblù che rimedia un'espulsione per un collaboratore di Motta e un cartellino giallo allo stesso tecnico. La furia del Bologna continua poi a margine della gara, quando il gol di Vlahovic a 10' dalla fine decide il risultato finale della sfida. L'AD Claudio Fenucci si presenta infatti ai microfoni della stampa giudicando la scelta del direttore Di Bello un "errore clamoroso" che ha compromesso non solo la partita ma la vittoria del Bologna. Motta, invece, preferisce non parlare: alla domanda sul rigore risponde con un silenzio assai significativo, soprattutto se ascoltato successivamente alle dichiarazioni dei vertici della società.

Giudizi a parte, il mantra del Bologna é quel "continuiamo così" che campeggia sui profili social dei tanti protagonisti della serata. Da capitan Orsolini agli ultimi arrivati, la voglia di fare bene é tanta, grazie anche alla consapevolezza sui propri mezzi. Si perché a Torino il Bologna ha dimostrato di avere già fatto passi da gigante rispetto alla sfida con il Milan, partendo dall'incisività di Beukema passando per l'interpretazione di Aebischer, e finendo con la sontuosità di Zirkzee probabilmente alla sua miglior prestazione con la maglia rossoblù addosso. Ora testa al Cagliari, con un Kristiansen e qualche consapevolezza in più.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile