Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Candela al CorSport: "Roma, peccato per il derby. Ibanez diventerà uno dei più forti al mondo"

Candela al CorSport: "Roma, peccato per il derby. Ibanez diventerà uno dei più forti al mondo"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Patrick Iannarelli
giovedì 1 dicembre 2022, 09:23Rassegna stampa
di Luca Chiarini

"Quest’anno l’obiettivo è fare sempre meglio per arrivare in Champions, ma non è facile". Nell'intervista concessa al Corriere dello Sport, Vincent Candela tratteggia così l'obiettivo della Roma per questa stagione: "Ci sono stati tanti infortunati, Dybala ci manca, non ci voleva il derby. Prima della partita con la Lazio stavamo andando bene, poi con quella sconfitta c’è stato un calo. Ibañez diventerà uno dei difensori più forti al mondo, ma deve lavorare un po’ sulla concentrazione. Dispiace per quel gol, da allora è cambiato qualcosa. Ma il campionato è ancora molto lungo, ho molta fiducia in questa società, in Mourinho, in Tiago Pinto. Ho sempre avuto fiducia anche nei momenti difficili".

L'ex campione francese si sofferma poi sulle analogie tra Capello e lo Special One: "Sono due vincenti, sanno essere allenatori di grandi squadre. Puntano molto sulla gestione, del pubblico e della squadra. I risultati parlano per loro. Il lavoro sul campo di Mourinho non lo conosco, è molto diverso quello che è stato fatto in Giappone. So che Capello aveva un modo suo di lavorare durante la settimana, ma era sempre finalizzato a far dare il cento per cento ad ogni giocatore. Non ho mai parlato di calcio con Mourinho, non so come la pensa, ma nella gestione sono molto simili".

Primo piano
TMW Radio Sport