Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

La Germania vince ma è di nuovo fuori dai Mondiali ai gironi: inutile il 4-2 sul Costa Rica

La Germania vince ma è di nuovo fuori dai Mondiali ai gironi: inutile il 4-2 sul Costa Rica
© foto di Getty/Uefa/Image Sport
giovedì 1 dicembre 2022, 21:57Qatar 2022
di Ivan Cardia

Germania batte Costa Rica 4-2: decisiva la doppietta di Kai Havertz.

La Germania vince e lo fa anche con i due gol di scarto che le sarebbero bastati per passare in caso di pareggio fra Giappone e Spagna. Il 4-2 sul Costa Rica, emozionante e faticoso, è una vittoria di Pirro: per la seconda edizione consecutiva, la nazionale tedesca saluta i Mondiali alla fase a gironi. Contro i Ticos succede davvero di tutto: Gnabry mette subito in discesa la gara, poi Tejeda e Vargas firmano il sorprendente 2-1. La doppietta di Kai Havertz e la rete finale di Niclas Fullkrug rimettono avanti la Mannschaft, i cui difetti sono tanti, ma che lì davanti ha dei fantasisti talmente bravi da innamorarsi di sé stessi in prima persona. Il lunghissimo recupero - 10 minuti, tre dei quali giocati sapendo di essere già fuori - è però una lenta agonia per entrambe le formazioni, condannate dalla vittoria dei nipponici sull'undici di Luis Enrique. La diciannovesima presenza ai mondiali di Manuel Neuer, portiere più presente di sempre nella fase finale della rassegna iridata, rimarrà l'ultima, per lui e per la generazione sua e dei Muller, forse il tedesco più deludente in assoluto in questo 2022. La buona notizia, per la Germania? Il futuro è già qui. Non in Qatar, però.

Rileggi il LIVE TMW di Costa Rica-Germania!

Le scelte iniziali. Flick agli uomini del destino non crede e quindi lascia in panchina Fullkrug: Kimmich trasloca da terzino destro, sulla trequarti torna a disposizione Sané. Il Costa Rica mette in chiaro le sue intenzioni con una formazione ultra-difensiva.

Gnabry la mette in discesa. Musiala ci prova subito, Gnabry ci riesce dopo dieci minuti. L'affondo di Raum a sinistra e la girata aerea sono il culmine dell'assedio iniziale dei teschi. 1-0 e sembrerebbe subito facile, se non fosse che la squadra di Flick s'avvita negli arabeschi dei suoi tanti fantasisti, dimenticandosi l'obiettivo primario: fare gol, farne un altro per non dipendere dall'incrocio fra Spagna e Giappone. Il piano gara di Suarez, viceversa, è ben delineato: difesa e ripartenza. Per 43 minuti solo difesa, all'improvviso Fuller riesce a scappare alla premiata ditta Raum-Rudiger: ci deve pensare Neuer, alla sua diciannovesima presenza a un Mondiale. La Mannschaft va negli spogliatoi in vantaggio, non tanto da stare tranquilla.

Il secondo tempo è uno show. Con finale amaro per entrambe. Un cambio per parte alla ripresa del gioco: fuori Goretzka e Aguilera, dentro Klostermann e Salas con Kimmich che torna in cabina di regia fra i tedeschi. Arrivata la notizia del vantaggio nipponico, Flick si gioca la carta Fullkrug alzando centimetri e baricentro dei suoi, ma la Germania sbanda e si vede: all'ennesimo buco difensivo, arriva il clamoroso pareggio. Fuller e Waston costruiscono a destra, Neuer non è proprio reattivo e Tejeda ne approfitta per siglare il sorprendente 1-1. La reazione tedesca è furente ma disorganizzata, pure sfortunata: a distanza di cinque minuti l'uno dall'altro, trova due volte lo stesso palo a Navas ormai battuto. Ci riesce invece benissimo, sebbene in maniera fortunosa, Vargas: al 70' è suo l'ultimo tocco nell'azione da Mai Dire Gol che vale il 2-1 in mezzo alle gambe di Neuer. Allo svantaggio, almeno, la Germania riesce a reagire subito: Fullkrug manda in porta Havertz, che con un bel tocco sotto trova il 2-2. Un regalo alla Spagna, più che altro, anche se la Germania ci prova e per quel che vale ci riesce: ancora Havertz firma il 3-2, il solito Fullkrug mette il risultato sul definitivo 4-2. Restano dieci minuti di recupero, tre dei quali giocati sapendo che tutto sarebbe comunque inutile.

COSTA RICA-GERMANIA 2-4
(58' Tejeda, 70' Vargas; 10' Gnabry, 73' e 85' Havertz, 90' Fullkrug)

Primo piano
TMW Radio Sport