Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Valentino Lazaro, al Torino ha trovato la sua dimensione. L'Inter forse era troppo

Valentino Lazaro, al Torino ha trovato la sua dimensione. L'Inter forse era troppoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 24 marzo 2024, 09:00Nato Oggi...
di Alessio Del Lungo

Valentino Lazaro è legato in qualche modo all'Italia e alla Serie A dalle sue esperienze passate e dalla sua attuale squadra, il Torino. Nato a Graz da madre greca e padre angolano, fin da piccolo impressiona per la sua velocità, l'ottima tecnica e il dribbling, tant'è che vene impiegato come trequartista. Ben presto però verrà spostato sulla fascia destra, dove obiettivamente è più incisivo. L'austriaco è un prodotto del vivaio del Salisburgo e come tutti i calciatori dei club della Red Bull viene monitorato dalle big d'Europa da quando, a 16 anni, esordisce con i grandi.

A parte un breve prestito al Liefering, trascorre dal 2013 al 2017 proprio nel Salisburgo, dove impara la cultura della vittoria: conquista 5 volte la Bundesliga e 4 la Coppa d'Austria, che lo rendono già molto titolato ad appena 21 anni. Dall'Austria alla Germania il passo è breve, così per 6,5 milioni di euro è l'Hertha Berlino a puntare su di lui e a offrirgli la chance di mettersi in mostra in uno dei top 5 campionati del continente. Dopo le 121 gare, i 15 gol e i 23 assist con i biancorossi, qui colleziona 65 match, 5 gol e 13 assist, numeri che gli valgono la chiamata dell'Inter.

Qui la musica cambia perché le aspettative sono altissime, anche a causa dei 22 milioni di euro più bonus versati nelle casse dei tedeschi. In nerazzurro però la sua avventura durerà solo 6 mesi, nei quali riuscirà a effettuare 2 assist in appena 11 presenze. Il problema è l'adattamento al 3-5-2 di Antonio Conte, che vuole movimenti codificati da parte di tutti e un'interpretazione particolare del ruolo a ritmi altissimi, cosa a cui Lazaro, forse, non era abituato. Forse l'Inter era troppo. A gennaio passa in prestito oneroso con diritto di riscatto al Newcastle, con cui gioca 15 partite e segna 2 gol dal sapore di riscatto.

Niente da fare però, a Milano per lui non c'è posto e lo attende un nuovo prestito al Borussia Moenchengladbach: anche qui il suo score non è tutto da buttare perché in 28 presenze segna 2 gol e va a referto con un assist. Una rete in scorpione è rimasta impressa nella mente di tanti appassionati e ancora oggi viene fatta vedere a tutti i bambini che si apprestano a iniziare questo sport. Un altro prestito, 22 presenze al Benfica con 2 assist e un altro ritorno all'Inter, dove non sa più effettivamente che cosa possa succedere. Tutte le estati in mezzo alla preparazione avviene la cessione e questa volta non è diverso, anche se rimane in Italia.

Al Torino con Ivan Juric l'obiettivo è quello di rinascere e ritrovarsi, cosa che con il tecnico croato succede a molti interpreti del suo ruolo. La sua prima stagione è da 25 presenze e 4 assist, ma anche da diversi problemi fisici che ne frenano la crescita. I granata però non hanno dubbi, il profilo è quello giusto per questa squadra: nell'estate 2023 il suo trasferimento è a titolo definitivo per 4 milioni di euro. L'austriaco saluta con un post su Instagram l'Inter con un pizzico di rammarico e un po' di rimpianti, che gli serviranno in seguito per farsi ancora più forza e riniziare a intraprendere un cammino solamente sospeso. Nel 2023-2024 è già a quota 27 presenze e 2 assist, malgrado venga quasi sempre impiegato a sinistra, dato che a destra è chiuso dall'annata super di Raoul Bellanova. Non è un mistero che volesse di più, ma quello che ha dimostrato è probabilmente ciò che vale. Oggi Valentino Lazaro compie 28 anni.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile