Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Marco Materazzi, dai successi con l'Inter a eroe del Mondiale 2006

Marco Materazzi, dai successi con l'Inter a eroe del Mondiale 2006
venerdì 19 agosto 2022, 05:00Nato Oggi...
di Simone Bernabei

Marco Materazzi, vera bandiera dell'Inter e protagonista assoluto ai Mondiali di Germania del 2006. Nato calcisticamente nelle giovanili della Lazio, dopo le esperienze con Messina, Tor di Quinto, Marsala e Trapani arrivò al Perugia nel 1995, prima di passare in prestito al Carpi. Nel 1997 il ritorno in Umbria e successivamente la parentesi all'Everton, quindi ancora due stagioni nel club umbro. Nei registri di cronaca da segnalare in particolar modo la stagione 2000-2001 vissuta da leader assoluto, con 12 gol realizzati in 30 partite di Serie A. L'estate successiva il passaggio all'Inter, dove il difensore rimase per 10 stagioni e disputò 301 gare, mettendo a segno 20 reti, diventando una bandiera dell'interismo e contribuendo a tantissimi successi dell'epoca. Prima di appendere gli scarpini al chiodo le sette presenze in India con il Chennaiyin dove è poi rimasto come allenatore. Nella sua carriera il centrale nato a Lecce ha vinto: quattro Coppe Italia, altrettante Supercoppe italiane, cinque Scudetti, una Champions League e una Coppa del mondo per club, ma è con la maglia della Nazionale che si è tolto la soddisfazione più grande, vincendo il Mondiale 2006. Quattro presenze e due gol nella rassegna iridata, con il colpo di testa vincente in finale contro la Francia che ha regalato il pareggio agli azzurri. Non solo però: la sua finale fu caratterizzata anche dalla freddezza dal dischetto nella lotteria dei rigori e dal protagonismo inatteso nell'azione che portò alla clamorosa espulsione di Zinedine Zidane con la celebre testata sul petto. Oggi Matrix compie 49 anni.

Sono nati oggi anche Cesare Prandelli, Giovanni Martusciello, Roberto Abbondanzieri, Alessandro Matri, Lucas Villalba e Bartlomei Dragowski.