Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Giuseppe Galderisi, calciatore del secolo con il Padova. E Scudetto con l'Hellas Verona

Giuseppe Galderisi, calciatore del secolo con il Padova. E Scudetto con l'Hellas VeronaTUTTO mercato WEB
© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com
mercoledì 22 marzo 2023, 05:00Nato Oggi...
di Andrea Losapio

Da Salerno per fare felice il Nord-Est. È la storia di Giuseppe Galderisi, detto Nanù, che oggi fa cifra tonda e compie 60 anni. Goleador dello storico Scudetto del 1985, quello dell'Hellas Verona di Elkjaer e Briegel. Oppure il grande protagonista del ritorno in Serie A del Padova, nel 1995, quando di anni lui ne aveva già 32. Grazie alle sette stagioni, i 50 gol e le 180 presenze, è stato eletto calciatore del secolo per il club biancoscudato. Campano di nascita, parmense d'adozione, inizia la trafila delle giovanili della Juventus a Villa Perosa, a 13 anni. Dopo che era stato segnalato da Cestmir Vycpalek, zio di Zdenek Zeman, che peraltro lo accompagnava.

Il soprannome è mutuato da Della Monica, prestato in Serie C ai tempi della Juventus. Perché aveva la stessa maglia, il ruolo, l'altezza e i capelli. Con l'esordio a 16 anni in Coppa Italia, a Udine, con doppietta di Bettega in una sfida terminata 2-2. A novembre del 1980 c'è anche la Serie A, in un derby contro il Torino. Due Scudetti con la Juventus, uno da comprimario e l'altro da protagonista, seppur giovane. Poi il passaggio nel 1983 a Verona, in una squadra che iniziava un ciclo. Con l'arrivo di Briegel e Elkjaer si imprime la magia, regista Bagnoli, in panchina. Di lì la Nazionale con i Mondiali in Messico del 1986, con l'uscita agli ottavi contro la Francia di Platini.

Dopo l'esperienza di Verona c'è quella al Milan, uno dei primi cinque acquisti di Silvio Berlusconi, per 5 miliardi di lire più il cartellino di Paolo Rossi. Dura solo una stagione, perché poi arriva la Lazio che lo prende e ci sta due stagioni, con una promozione. Dulcis in fundo, almeno in Italia, il Padova, riportato in A dopo 32 anni e al terzo tentativo, salvo poi rimanere un altro anno in Serie A, ottimo, salvandosi allo spareggio contro il Genoa a Firenze. Infine l'esperienza in Major League Soccer, con i New England Revolutions, e da allenatore.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile