Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Arturo Vidal, il preferito di Conte. Ventidue trofei nazionali ma una sola Libertadores con i club

Arturo Vidal, il preferito di Conte. Ventidue trofei nazionali ma una sola Libertadores con i club
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 22 maggio 2023, 05:00Nato Oggi...
di Andrea Losapio

C'è stato un periodo in cui avere Arturo Vidal tra le proprie fila significava, un po' come per Zlatan Ibrahimovic, vincere il campionato. Lo ha fatto con il Colo Colo, da giovanissimo, prendendosi poi degli anni sabbatici con il Bayer Leverkusen, squadra sempre sulla cresta dell'onda ma praticamente mai vincente per sua stessa natura. Quando è andato alla Juventus, però, la vena del vincente si è rinverdita sin da subito. Quattro campionati di Serie A consecutivi, prima di passare al Bayern Monaco - e vincerne tre - per poi viaggiare verso Barcellona e vincerne un altro. Otto su otto, nove su dieci considerando anche il trasferimento all'Inter, fortemente voluto da Antonio Conte, con Vidal che ha dato il suo apporto (in particolare con un gol alla Juventus) per vincere il Tricolore dopo undici anni dall'ultima volta.

Centrocampista universale, moderno, bravissimo in fase di rottura ma anche nel lanciarsi verso l'area avversaria. I gol, d'altronde, non sono certo casuali. Vidal ne ha segnati 113, un ottimo bottino per un centrocampista, andando per tre stagioni in doppia cifra. Addirittura 18 nell'annata 2013-14, con cinque gol in Champions League e due in Europa, con i bianconeri che si fermano alle semifinali, eliminati dal Benfica. Caratterialmente forte, conosciuto anche per la poca disciplina fuori dal campo, in particolare per uno schianto in Ferrari dopo avere alzato il gomito.

È però uno dei centrocampisti migliori della sua generazione. Ventuno trofei Nazionali, anche una Coppa del Brasile con il Flamengo. Ed è proprio con i rossoneri che ha vinto l'unico internazionale con un club, cioè la Copa Libertadores. Gli è andata meglio con il Cile: la sua è la generazione d'oro del calcio cileno, riuscendo a vincere due Copa America - 2015 e 2016 - in due anni. Salvo poi non qualificarsi al Mondiale 2018 e quello 2022. Arturo Vidal oggi compie 36 anni.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile