Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Ante Rebic, pagato 4,5 milioni dalla Fiorentina a vent'anni. Ma sbocciato a Francoforte

Ante Rebic, pagato 4,5 milioni dalla Fiorentina a vent'anni. Ma sbocciato a Francoforte
© foto di © DANIELE MASCOLO
giovedì 21 settembre 2023, 05:00Nato Oggi...
di Andrea Losapio

Doveva essere l'ennesima scommessa della Fiorentina nei Balcani. Non fatta da Pantaleo Corvino, come spesso capitava in quegli anni, ma da Daniele Pradè. Nell'estate del 2013, in viola, arriva il croato Ante Rebic. Un giovane di belle speranze ma con una valutazione già bella corposa, perché versare 4,5 milioni di euro per chi non gioca né nell'Hajduk di Spalato né nella Dinamo Zagabria significa puntare molto sul calciatore. E in effetti Rebic era una delle stelle della propria nazionale under21, pronto a esplodere in un campionato top. Capace di giocare sia da prima che da seconda punta, all'occorrenza come esterno offensivo, sembrava in rampa di lancio.

A Firenze le cose non vanno bene, con un solo gol segnato in quattro partite. Tra l'altro a metà maggio, quando le situazioni appaiono già bell'e delineate. Così passa in prestito al Lipsia, dove non fa per niente bene - e sì che era Zweite Bundesliga, ai tempi - e poi torna alla Fiorentina, che nel frattempo ha preso Paulo Sousa come allenatore. Grande inizio per tutti, non per il croato che è ancora un oggetto misterioso, passando al Verona, dove non segna mai nei suoi sei mesi. Così, quasi per disperazione, ritorna in Bundesliga, stavolta all'Eintracht Francoforte, in prestito. Verrà riscattato per 2 milioni più il 50% della futura rivendita.

Proprio nella città delle banche per eccellenza diventa, finalmente, quello che si pensava potesse essere. Un attaccante completo, non un goleador, ma capace di dare superiorità numerica alla fase offensiva e creare occasioni. Il 2017-18 è l'annata della consacrazione, arrivando anche a giocare la finale del Mondiale di Russia 2018 da titolare e protagonista, segnando anche nella sfida con l'Argentina. Poi il Milan, quattro stagioni fra gli alti delle prime due (11 reti per annata) e i problemi fisici di quelle successive, con l'esplosione di Leao come carico da 11 per il suo addio verso la Turchia di quest'estate. Oggi Ante Rebic compie 30 anni.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile