Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Troppo VAR…ciume

Troppo VAR…ciumeTUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 14 settembre 2022, 06:00L'Angolo di Calcio2000
di Fabrizio Ponciroli

Non sono un tipo polemico. Non lo sono nella vita di tutti i giorni e ancora meno quando l’argomento è il calcio. In ogni situazione, cerco sempre di trovare gli aspetti positivi e, quindi, di vedere il bicchiere mezzo pieno a prescindere ma, in questo caso, sono sinceramente “fuori registro”. Considero il VAR un asset fondamentale per il calcio moderno. Tornare indietro è pressoché impossibile e, onestamente, anacronistico. La tecnologia fa parte del nostro vivere quotidiano. Siamo circondati da “aiuti tecnologici”, quindi il VAR non può sparire…
Tuttavia, credo che qualcosa non funzioni. Quello che sta accadendo mi sta lasciando decisamente perplesso. L’errore ci può stare. Non dovrebbe capitare ma, purtroppo, nulla è infallibile, anche il VAR. E allora mi chiedo: perché non ammetterlo? Perché sostenere che non c’è stato errore quando è evidente che qualcosa non ha funzionato a dovere? Il comunicato dell’AIA a “difesa del proprio operato” in Juventus-Salernitana è, a mio avviso, surreale…
Vi rinfresco la memoria. Questo il comunicato ufficiale dell’AIA: “L'organo tecnico della Can ha visionato le immagini messe a disposizione del Var e dell'Avar per la gara in oggetto non riscontrando alcuna corrispondenza con il video in questione. L'organo tecnico della Can ha anche chiesto espressamente alla società che fornisce il servizio tecnologico per la Var se la camera in questione, definita tattica, fosse a disposizione degli addetti al Var per la gara disputata allo Juventus Stadium. La risposta che veniva fornita è che la camera non era a disposizione del Var e pertanto non era fruibile dagli arbitri. Con questo precisato siamo convinti di aver fatto chiarezza sull'episodio occorso”. Due riflessioni che voglio condividere con voi… Poiché l’immagine “definita tattica” non era a disposizione, perché non fidarsi del giudizio di arbitro e guardalinee (che avevano convalidato il gol di Milik e, magari, visto la posizione di Candreva)? Seconda riflessione… “Con questo precisato siamo convinti di aver fatto chiarezza sull'episodio occorso”. Fatto chiarezza? E’ uno scherzo, vero? Io credo, in tutta sincerità, che con questo comunicato si sia fatta ancor più confusione. Vedo del VAR… ciume generalizzato. Ho la sensazione che, chi si mette la maglietta dell’operatore VAR, sia spinto a giustificare la sua posizione ad ogni costo. Quindi, anche davanti ad un caso dubbio, il VAR interviene sempre e comunque. Perché? Non ne ho idea…
Ribadisco un vecchio pensiero. Nell tennis, è il giocatore a chiedere l’intervento del “falco”. Nell’NBA si può chiedere di rivedere un’azione. Perché nel calcio non si può pensare ad una soluzione simile? L’allenatore “chiama il VAR”… Una sola chiamata a partita, non sarebbe folle, no? E, inoltre, se non sono presenti tutte le immagini necessarie, perché non provare a ricordarsi che, in campo, ci sono sempre degli umani, ovvero arbitro e guardalinee, pagati per fare il loro lavoro anche senza l’ausilio del VAR…
Siamo passati dalle discussioni da BAR alle discussioni da VAR… Preferivo le prime… Se qualcuno non interverrà sull’utilizzo e sull’affidabilità del VAR, credo proprio che il calcio potrebbe diventare un altro sport e magari potrebbe anche piacere di meno…