Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Scommesse illecite: chi sbaglia deve pagare ma regole vanno riviste

Scommesse illecite: chi sbaglia deve pagare ma regole vanno rivisteTUTTO mercato WEB
mercoledì 18 ottobre 2023, 05:45L'Angolo di Calcio2000
di Fabrizio Ponciroli

Tempo fa ho scritto uno speciale dedicato allo scandalo del calcioscommesse, noto come Totonero, che ha messi in ginocchio il calcio italiano nell’anno 1980. Tantissimi le persone coinvolti, diversi giocatori… Gli arresti avvennero direttamente sul campo da gioco. Un colpo durissimo alla credibilità del sistema calcio perché, chi era coinvolto, truccava le partite a tavolino per poter fare scommesse clandestine certe, senza possibilità di errore… Premessa doverosa per cercare di inquadrare il nuovo “calcio scommesse”. Già la dicitura, ad effetto per “fare audience” (si sarebbe detto nei meravigliosi anni ’80) è scorretta. I giocatori che sono stati pizzicati hanno giocato e scommesso su portali illegali. Nessuno ha provato ad alterare il risultato di una partita, tanto per essere chiari. Negli anni ’80, per poter scommettere, dovevi rivolgerti ad aguzzini e, quasi sempre, il giro era quello della malavita. Oggi basta una connessione internet e uno smartphone per accedere ad una valanga di siti che offrono la possibilità di scommettere su qualsiasi sport: dal numero di ammonizioni al risultato a fine primo tempo…
Definire criminali chi è attualmente sotto la lente d’ingrandimento è oltraggioso. Probabilmente non tutti sono affetti da ludopatia ma, sicuramente, non sono dei criminali. Chiaramente, se verrà dimostrato che hanno sbagliato, è giusto che paghino ma direi che bisogna anche fare i conti con il “nuovo mondo”.

L’Articolo 24 è chiaro: “Ai soggetti dell'ordinamento federale, ai dirigenti, ai soci e ai tesserati delle società appartenenti al settore professionistico è fatto divieto di effettuare o accettare scommesse, direttamente o indirettamente, anche presso i soggetti autorizzati a riceverle, che abbiano ad oggetto risultati relativi ad incontri ufficiali organizzati nell’ambito della FIGC, della FIFA e della UEFA”. Quindi, se un calciatore azzurro scommette sul numero di ammonizioni che ci saranno nella sfida Olanda-Irlanda ha commesso un illecito. Attenzione, vale anche per altri… “Ai soggetti dell'ordinamento federale, ai dirigenti, ai soci e ai tesserati delle società appartenenti al settore dilettantistico e al settore giovanile è fatto divieto di effettuare o accettare scommesse, direttamente o indirettamente, presso i soggetti non autorizzati a riceverle, che abbiano ad oggetto risultati relativi ad incontri ufficiali organizzati nell’ambito della FIGC, della FIFA e della UEFA”. Comprendo che nomi come Fagioli, Tonali e Zaniolo abbiano più appeal mediatico ma la regola vale anche per tutti, no? Visto che tutti gridano allo scandalo dell’anno, sicuri che riguardi solo i “piani alti”? Io credo che, alla luce di quello che sta accadendo, forse l’Articolo 24 dovrebbe essere rivisto e “modernizzato”. Non so come ma, indubbiamente, credo che si stiano demonizzando le persone coinvolte. Hanno sbagliato, secondo le regole vigenti, e vanno sanzionati ma non sono dei criminali.
Una battuta anche di chi ha indossato i panni di quello che sa tutto… Di fatto è tornato ad essere il personaggio pubblico più chiacchierato. Tutti (o quasi) lo detestano ma tutti lo intervistano e lo ospitano nelle proprie trasmissioni. Cosa si fa per avere attenzione…

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile