Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Messi come CR7? Il potere dei soldi contro la forza del cuore

Messi come CR7? Il potere dei soldi contro la forza del cuoreTUTTO mercato WEB
mercoledì 31 maggio 2023, 06:00L'Angolo di Calcio2000
di Fabrizio Ponciroli

Ci siamo. Ultimi giorni “da francese” per Lionel Messi. Sabato, il PSG disputerà l’ultima gara della Ligue 1 (già vinta), in casa, contro il Clermont. Non sarà una grande festa, in stile Napoli per intenderci. I tifosi del PSG non hanno gradito l’eliminazione dalla Champions League, il vero (e unico) obiettivo della stagione. L’ennesimo titolo nazionale scalda poco il cuore dei francesi tifosi del PSG. La Pulce, chiamata due anni fa a Parigi per vincere la Champions League, ha fallito la sua missione, esattamente come accaduto a Cristiano Ronaldo alla Juventus. Ora, per il Campione del Mondo argentino è arrivato il tempo di fare una scelta importante riguardo al suo futuro. Due buste sul tavolo: una del Barcellona, l’altra dell’Al Hilal. La prima non contiene un ingaggio principesco ma gli garantirebbe il tanto sospirato ritorno a casa, nella sua Barcellona, il club con cui è diventato il più forte di quest’era calcistica (non me ne voglia CR7). Nell’altra, la ricchissima offerta del club arabo, pari a 300 milioni di euro a stagione (fonte Marca). Non male per uno che, carta d’identità alla mano, è un classe 1987.
Che fare? E chi lo sa… Seguire il cuore significherebbe rinunciare ad una vagonata di milioni.

Seguire i soldi significherebbe rinunciare alla sicurezza della propria casa. Un fatto è certo. La sensazione è che Leo Messi sia più propenso a raggiungere CR7 in Arabia Saudita. Sarebbero, nuovamente, le due stelle più lucenti di un campionato che vuole stupire il mondo. Dopo aver rivaleggiato, per anni, nella Liga, ora potrebbero farlo nella Saudi Pro League. Un degno finale di una sfida infinita? Forse, ma anche la conferma che i soldi, a tutti i livelli, fanno la differenza. Comunque sia, Lionel Messi è libero di fare quello che ritiene più opportuno per sé stesso e la sua famiglia. Se andrà in Arabia Saudita, nessuno potrà rimproverargli nulla. Ha già dato moltissimo al calcio, ci può stare di voler chiudere la carriera in maniera confortevole, in una vasca di milioni. Chiaramente, per chi, come il sottoscritto, ha una forte vena romantica, sarebbe favoloso rivederlo in maglia blaugrana anche se, come dico da sempre, tornare dove si è stati osannati non è quasi mai una buonissima idea. Chiedere a Andrij Shevchenko per conferme… Caro Lionel Messi, facci sapere che hai intenzione di fare. Siamo curiosi…
Chissà che sta pensando CR7. La buttò lì: “Incredibile, quello là (Messi, ndr) è disposto a venire fin qui in Arabia Saudita pur di rovinarmi la piazza”… Tranquillo CR7, c’è posto (e soldi) per tutti nella ricca Saudi Pro League.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile