Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Rabiot e Fagioli, i gol da chi doveva andare via. E possono cambiare le gerarchie

Rabiot e Fagioli, i gol da chi doveva andare via. E possono cambiare le gerarchieTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 7 novembre 2022, 10:38Il corsivo
di Raimondo De Magistris

La quarta vittoria consecutiva in campionato ha riportato la Juventus ai piedi delle prime quattro posizioni. Successo sofferto quello nel derby d'Italia, ottenuto però dalla squadra che ha mostrato meno superficialità in zona gol. Se, da un lato, l'Inter ha peccato di cinismo quando ha avuto le occasioni per sbloccare la partita (e ne ha avute...), la Juventus non s'è fatta scappare la prima vera occasione da rete, nata grazie a una fuga di Kostic e a un piattone di Rabiot, che è già al suo quinto gol stagionale come nella sua migliore annata bianconera. Però questa volta siamo ancora agli albori di novembre.

I gol da chi doveva andare via
E' curioso che a decidere il derby d'Italia siano stati quei giocatori che per tutta l'estate sono stato sul mercato. Esposti in vetrina e, nel caso di Rabiot, anche venduti. Perché per il centrocampista francese l'accordo tra Juventus e Manchester United era totale e il trasferimento è saltato solo quando nella trattativa s'è inserita la madre Veronique per discutere del rinnovo del contratto. E' stata lei l'elemento che ha fatto saltare il banco, troppi i 10 milioni di euro a stagione di ingaggio per i red devils che a quel punto hanno fatto un repentino dietrofront e puntato su Casemiro.
Nicolò Fagioli è l'altro centrocampista che ha avuto possibilità di andare via fino a fine mercato, seppur in prestito. Nonostante il rinnovo del contratto, Fagioli in estate non godeva di grande considerazione da parte di Allegri, che infatti fino al match contro il Lecce gli ha concesso solo 59 minuti. Poi Fagioli ha sfruttato come meglio non poteva l'occasione del Via del Mare, ha deciso la gara col Lecce, ha ben figurato in Champions e ieri ha chiuso i conti nel derby d'Italia. Dal possibile prestito alla Cremonese o alla Sampdoria, alla titolarità alla Juventus nel giro di una manciata di mesi.

Cambieranno le gerarchie?
E adesso? Quanto spazio avranno quando torneranno i big e soprattutto Pogba? Difficile dirlo ora. Però ieri Allegri, al termine del derby d'Italia, ha mandato un messaggio chiaro: “Chi è fuori dovrà correre, perché questi ragazzetti corrono. Fagioli, Miretti, vanno lasciati tranquilli. Ogni tanto giocheranno meno, giocheranno meno bene, è normale, ma devono godersi il momento in serenità”.

Primo piano
TMW Radio Sport