Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

La Juventus è costata 88 milioni in più dell'Inter (nei titolari)

La Juventus è costata 88 milioni in più dell'Inter (nei titolari)TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 5 febbraio 2024, 12:51Il corsivo
di Andrea Losapio

Ieri sera si è notata tutta la differenza fra l'Inter e la Juventus. Qualitativamente e come idea di gioco, al netto che probabilmente - giocandola in maniera più aperta - i bianconeri avrebbero avuto molte difficoltà in più. I nerazzurri hanno sì segnato un gol fortunoso, ma hanno avuto il pallino del gioco, trovando più volte i guantoni di Szczesny, oltre al palo, a dire di no. Dall'altra parte Sommer non ha dovuto impegnarsi in particolari interventi, anche se qualche azione è arrivata, più per la forza dei nervi che non con l'intenzione di creare una ragnatela di passaggi. Insomma, l'1-0 è un risultato forse stretto all'Inter ma che poteva anche essere diverso.

Eppure, guardando i fretti numeri, l'Inter ha speso molto meno della Juventus per costruire la squadra. Dai zero milioni di Acerbi, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco (fra prestiti onerosi e ritorni) e soprattutto Thuram, che oggi vale 70 milioni. Sono le scelte tipiche di Marotta che in panchina ha, peraltro, anche De Vrij preso con la stessa idea. Paradossalmente in panchina ci sono molti "pagati" molto, come Sensi e Bisseck, Carlos Augusto e Dumfries, passando per Frattesi, Arnautovic e Buchanan. È anche chi entra a fare la differenza.

La Juventus invece è scottata dall'affare Pogba, pagato sì zero euro ma che di fatto non è mai rientrato con i galloni del titolare. Cambiaso, Rabiot e Yildiz sono gli acquisti a zero e, di fatto, sono anche fra i migliori dell'annata bianconera. Bremer è stato pagato 41 - soffiandolo proprio all'Inter - ma chi scava il solco è Vlahovic con i 75 milioni del gennaio 2022. Anche qui, in panchina, c'è gente pagata parecchio: Chiesa e Alex Sandro, ma anche Alcaraz (solo per il prestito, come Sommer o quasi), Weah o Perin. Insomma, la differenza sta forse negli ingaggi, pur sapendo che la Juve è comunque quella che per anni li ha avuti più alti. E, probabilmente, nella dirigenza: Marotta ha portato la filosofia che aveva alla Juventus: non pagare il cartellino di Cristiano Ronaldo, ma alzare gli stipendi va bene... Magari in maniera (quasi) sostenibile.

Inter
Sommer 6 milioni
Pavard 32 milioni
Acerbi 0 milioni
Bastoni 10 milioni
Darmian 2 milioni
Barella 45 milioni
Calhanoglu 0 milioni
Mkhitaryan 0 milioni
Dimarco 0 milioni
Thuram 0 milioni
Lautaro 22 milioni

Totale: 117 milioni

Juventus
Szczesny 12 milioni
Gatti 7 milioni
Bremer 41 milioni
Danilo scambio
Cambiaso 0 milioni
McKennie 18 milioni
Locatelli 37 milioni
Rabiot 0 milioni
Kostic 15 milioni
Yildiz 0 milioni
Vlahovic 75 milioni

Totale: 205 milioni

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile