Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Serbia-Inghilterra 0-1, le pagelle: si dimentica Chiellini con una delizia. Kostic, lacrime amare

Serbia-Inghilterra 0-1, le pagelle: si dimentica Chiellini con una delizia. Kostic, lacrime amareTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 17 giugno 2024, 06:15Euro 2024
di Giacomo Iacobellis

Risultato finale: Serbia-inghilterra 0-1

LE PAGELLE DELLA SERBIA (di Marco Pieracci)
Rajkovic 6,5 - Preferito a Milinkovic-Savic, del quale non ha la stessa precisione nei rilanci lunghi. Incolpevole sul gol, evita il secondo.

Veljkovic 6 - Cerca di muoversi in sincronia coi compagni di linea, non combina disastri. Kane gli salta in testa, ma sbatte sulla traversa.

Milenkovic 6 - La finale di Atene persa da migliore in campo è una ferita aperta da rimarginare, nel complesso riesce a limitare Kane.

Pavlovic 5 - In evidente difficoltà con Saka, del quale non può tenere il passo. Ed infatti nel primo tempo viene triturato. Poi si riassesta.

Zivkovic 5 - Al quartetto offensivo dell'Inghilterra non si può concedere niente, figuriamoci se ci si addormenta: sovrastato da Bellingham. Dal 74' Birmancevic 6 - Intraprendente, si propone con personalità.

Gudelj 5 - La scelta conservativa per dare sostanza non paga. Gli manca il ritmo, colleziona falli. Resta negli spogliatoi perché ammonito. Dal 46' Ilic 6 - Upgrade in termini di qualità, il suo ingresso rende la manovra più fluida.

Lukic 6 - Di lui si erano perse le tracce dopo il passaggio in Premier League, adesso pare essersi ritrovato. Idee chiare, dirige a testa alta. Dal 61' Jovic 5,5 - Sul passaggio illuminante di Tadic fa il movimento giusto, ma fallisce l'aggancio.

Kostic 5,5 - Da Allegri a Stojkovic è un attimo, le direttive da seguire sono grossomodo le stesse. Saka gli fa venire il mal di testa, poi va ko. Dal 46' Mladenovic 6 - Caratteristiche più difensive, invece paradossalmente la spinta aumenta.

Milinkovic-Savic 5,5 - La pensione dorata in Arabia non he ha intaccato la visione di gioco, rimasta intatta. La mostra soltanto a tratti, non trova la porta.

Vlahovic 5,5 - Coesistenza con Mitrovic complicata, per usare un eufemismo. Meglio quando condivide l'area di rigore con Jovic: fa volare Pickford, ma non basta per la sufficienza.

Mitrovic 5,5 - Sempre in agguato: al primo pallone ricevuto fa tremare l'Inghilterra. Sarà anche l'unico tiro in porta. Dal 61' Tadic 6 - L'escluso eccellente si presenta con una magia per mandare in porta Jovic.

Dragan Stojkovic 5,5 - Parte con il doppio centravanti, privandosi della fantasia di Tadic per innescarli. Giusti i cambi: dagli spogliatoi rientra una squadra meno timorosa. Nonostante la maggior aggressività ne esce a mani vuote, per la qualificazione però se la può giocare.

LE PAGELLE DELL'INGHILTERRA (di Marco Pieracci)
Pickford 6,5 - L'uomo che ha risolto un problema irrisolto da generazioni, contro una Serbia spuntata deve fare una sola parata vera.

Walker 6 - Serata tranquilla per chi come lui ha messo la museruola anche a Mbappé, si affaccia in avanti ma non conclude al meglio.

Stones 6 - Più bloccato rispetto al club, tiene la posizione per dare stabilità al reparto. Tolta una pericolosa svirgolata riesce nell'intento.

Guehi 6,5 - Il prescelto per rimpiazzare Maguire, gli manca un po' di esperienza in partite di alto livello ma non fisicità e senso dell'anticipo.

Trippier 6 - Ormai trapiantato stabilmente sulla fascia sinistra, per la lunga convalescenza di Shaw. Si è perfettamente calato nel ruolo.

Alexander-Arnold 6 - La scelta che divide gli opinionisti d'oltremanica, migliora il fraseggio ma perde pure qualche pallone di troppo. Dal 68' Gallagher 6 - Rinvigorisce la mediana, incrementandone il peso.

Rice 6,5 - Alexander-Arnold da centrale di centrocampo è ancora in fase beta, lui invece ne è la certezza inscalfibile: palla sempre in banca.

Saka 6,5 - Preso per il coppino da Chiellini nella finale di Wembley tre anni fa, aggiorna la foto del profilo col delizioso assist per Bellingham. Dal 76' Bowen 6 - Subito una gran palla per Kane.

Bellingham 7 - Aspettative sempre alte, proporzionali allo smisurato talento. Non le tradisce: avvia e chiude l'azione decisiva. Splendente. Dall'86' Mainoo sv

Foden 5,5 - Con il City gioca più leggero, la maglia dei Tre Leoni pesa decisamente di più: non ha la stessa sfacciataggine. Timido, spesso fuori dal gioco.

Kane 6 - Playmaker d'attacco, bomber seriale abituato a segnare valanghe di gol. Stavolta glielo nega la traversa, in compenso ne salva uno sulla linea.

Gareth Southgate 6 - The last call, questo Europeo tedesco è l'ultima possibilità di lasciare un segno tangibile del suo lungo interregno da ct dei Tre Leoni. Di buono in questo esordio c'è soprattutto il risultato. In attesa della Francia, delle favorite fin qui è quella che ha convinto meno.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile