Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

L'Italdonne parte bene, ma poi la Svizzera le prende le misure: solo 0-0 al 45°

L'Italdonne parte bene, ma poi la Svizzera le prende le misure: solo 0-0 al 45°TUTTO mercato WEB
© foto di Insidefoto/Image Sport
venerdì 22 settembre 2023, 20:22Calcio femminile
di Tommaso Maschio

Finisce senza reti e senza grandi occasioni da gol il primo tempo fra Svizzera e Italia nella gara d'esordio della neonata Women's Nations League. Meglio le azzurre in avvio che poi subiscono il ritorno delle padrone di casa nella seconda parte della prima frazione.

BUON INIZIO AZZURRO - A differenza di quanto previsto l’Italia si schiera con un 4-4-2 asimmetrico che vede Galli e Cantore come esterne con caratteristiche diverse fra loro e Piemonte-Giacinti a giocare davanti. L’inizio delle azzurre è convincente: grande pressing in mezzo al campo e verticalità per mettere in moto le esterne in modo che possano innescare le punte. Arrivano così le prime due occasioni con Giacinti, murata dalla difesa svizzera, e Caruso, parata in due tempi di Peng, che spaventano le padrone di casa. La Svizzera dopo un primo sbandamento prende le misure delle azzurre e si fa vedere nella metà campo avversaria sfruttando soprattutto le corse di Riesen a sinistra, ma di pericoli per Giuliani non ne arrivano.

VINCE L’EQUILIBRIO - Proprio l’esterna elvetica è la più pericolosa con un tiro al volo dal limite che però risulta centrale e non preoccupa Giuliani che blocca senza affanni. La sfida corre su buoni ritmi, con le due squadre che si affrontano a viso aperto e rispondono colpo su colpo, anche se le conclusioni verso le due porte latitano visto che sia l’Italia sia la Svizzera faticano negli ultimi metri a servire con palle pulite le rispettive attaccanti. Nel finale ci prova Bachmann in azione solitaria, ma la sua conclusione da posizione defilata è debole e non preoccupa la portiera azzurra.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile