Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Brasile, il discorso toccante di Danilo: "Indossare questa maglia non è normale, è un privilegio"

Brasile, il discorso toccante di Danilo: "Indossare questa maglia non è normale, è un privilegio"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 15 giugno 2024, 17:56Calcio estero
di Yvonne Alessandro

Danilo Luiz da Silva, noto semplicemente come Danilo, capitano della Juventus e della Nazionale brasiliana non c'è cosa più importante che rappresentare il proprio Paese con la camiseta verdeoro indosso. Un onore, una responsabilità e anche una pressione, ha recitato nel discorso motivazione di autentica carica umana, trasmesso dai canali ufficiali della CBF, in vista dell'inizio del cammino nella Copa America che per la Seleção avrà inizio il 25 giugno contro la Costa Rica.

"Ci sono due cose, due esercizi, che vorrei fare: primo, vorrei ricordare a ciascuno di noi qui il discorso dello chef Wallace, che passa inosservato. Ma Wallace, lo chef, si è alzato sulla sedia con gli occhi pieni di lacrime, entusiasta di cucinare per la nazionale brasiliana, di essere lo chef della Nazionale brasiliana, un sogno di essere un calciatore, non ce l'ha fatta e per lui che è qui e non ha l'opportunità di indossare la maglia ma di cucinare per la Nazionale...per lui è un motivo di grande orgoglio. Non possiamo dimenticarlo, perché anche noi rappresentiamo quel sogno, e siamo anche responsabili di quel sogno".

Esempi lampanti. "E l'altra cosa è che continuiamo a pensare che le cose siano normali, ma non lo sono. Sapete perché? Posso ricordarlo a tutti? Solo un po'...ricordo, Arana (Guilherme, ndr) - ha detto Danilo -, quando ti sei fatto male al ginocchio, stavi andando alla Coppa del Mondo, sono sicuro che te lo ricordi, e non te lo farò dimenticare, non perché nei momenti di difficoltà soffriamo, poi arrivano le cose belle e smettiamo di ricordarcene. Questo rende speciale questo momento, ricordi, Raphinha? Ai Mondiali, quando mi abbracciavi, quando piangevamo perché avevamo perso la partita e non sapevamo quante altre possibilità avremmo avuto di indossare questa maglia qui? Questo è un giorno speciale, fratello. Questo giorno è speciale".

Il gran finale. "Vini. Dov'è Vini (Vinicius, ndr)? Fratello, come ti vedo oltre. Ricordo che dicevano - ha detto Danilo - che non avresti giocato nel Flamengo, ma ora sei al Real Madrid, nella nazionale brasiliana, ne hai la possibilità. Bruno, mi ricordo di Bruno, la frustrazione di Bruno Guimaraes, che non ha giocato la Coppa del Mondo, era frustrato per non aver potuto aiutare. Fratello, ora sei tu l'uomo di centrocampo, sei tu che devi far girare il gioco. Non è normale indossare questa maglia qui, ragazzi, non è normale! È una responsabilità? Sì. Una pressione? Sì. Ma è un privilegio, amici miei. È un privilegio indossare questa maglia qui", la chiosa tra gli applausi di tutti i compagni emozionati dopo il discorso toccante di Danilo.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile