Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Bentancur si scusa con Son: "Era solo una battuta di pessimo gusto, sai che ti voglio bene"

Bentancur si scusa con Son: "Era solo una battuta di pessimo gusto, sai che ti voglio bene"TUTTO mercato WEB
© foto di Image Sport
sabato 15 giugno 2024, 15:56Calcio estero
di Yvonne Alessandro

Rodrigo Bentancur, centrocampista del Tottenham Hotspur ex Juventus, si è scusato con Heung-min Son dopo un video circolato online nel quale si affermava che tutti i sudcoreani "sono uguali".

Il fatto. In una breve clip postata sui social media questa settimana dal programma televisivo uruguaiano 'Por La Camiseta', il conduttore Rafa Cotelo ha chiesto al giocatore uruguaiano la maglia di un giocatore degli Spurs, quando Bentancur risponde: "Quella di Sonny?", intendendo il proprio compagno di squadra in Inghilterra. Aggiungendo poi: "Potrebbe anche essere quella del cugino di Sonny perché sono tutti uguali", la battuta ironica.

Ma il commento di Bentancur non è andato a genio al pubblico social, provocando imbarazzo e sdegno nei confronti dell'ex bianconero di 26 anni. Lo stesso che ha provato subito a spegnere l'incendio dell'indignazione per l'accaduto: "Fratello Sonny! Mi scuso per quello che è successo, era solo una battuta di pessimo gusto", ha comunicato l'uruguaiano sulle sue storie di Instagram ieri. "Sai che ti voglio bene e non ti mancherei mai di rispetto né farei del male a te o a chiunque altro! Ti voglio bene fratello!".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile