Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw

Moggi: “Raiola nato con me. Calciopoli? Una farsa”

TMW - Moggi: “Raiola nato con me. Calciopoli? Una farsa”
venerdì 7 ottobre 2022, 00:49Altre Notizie
di Alessio Alaimo

“La Juventus non ha ancora presentato un gioco particolare. E’ probabile che sabato batta il Milan. L’Inter ha una fisicità enorme, ma c’è un motivo se le grandi squadre sono indietro con la preparazione. Questo è un campionato anomalo: per vincerlo le squadre devono fare preparazione. Il campionato non finirà come adesso e l’Atalanta potrebbe essere una squadra che lascia il segno. Quelle che hanno un fondo però si chiamano Inter, Juventus e Milan. L’Udinese è una squadra rispettabile e ben gestita da Pozzo”. Così al Palermo Football Summit organizzato da Conference403 al Carlo V l’ex dg della Juventus, Luciano Moggi. “Raiola? Mino è nato con me, lo chiamavano il pizzaiolo. Capiva di calcio e aveva dei collaboratori intelligenti. Io da lui ho preso Nedved e Ibra. L’ho mandato a litigare con la Roma per Emerson. Immaginate che fiducia. Calciopoli? Una falsità che hanno voluto portare per distruggere il calcio Italiano. La Juve aveva Thuram, Trezeguet, 5 nazionali… figuriamoci se aveva bisogno di aiuti. Io parlo di Galliani, Carraro, che ha paura delle intercettazioni. Ho vinto perché avevamo la squadra più forte”.