Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Leonetti a Bianconeranews.it: "Manna, il predestinato!"

Leonetti a Bianconeranews.it: "Manna, il predestinato!"TUTTO mercato WEB
venerdì 9 giugno 2023, 06:36Altre Notizie
di Redazione TMW
fonte B I A N C O N E R A N E W S . I T

Cristiano Giuntoli, l’uomo su cui ha puntato la Juventus per ricostruire. Ma il blocco che De Laurentiis continua a mantenere, non liberandolo, ha convinto la dirigenza bianconera ad agire immediatamente, promuovendo Giovanni Manna come direttore sportivo, in attesa di notizie da Napoli. Manna si sta già occupando delle questioni più urgenti in casa Juve, lui ragazzo giovanissimo (classe 1988) ma che già ben conosce le dinamiche societarie del club della Continassa. L’investitura ufficiale è giunta dall’amministratore delegato Scanavino, parole chiare ed inequivocabili:” Giuntoli ha un contratto con il Napoli ancora per un anno, dobbiamo procedere rapidamente verso il futuro lasciandoci alle spalle questi momenti di incertezza. Manna sarà responsabile al 100% e deciderà lui per il mercato della Juventus”. Insomma, poco da aggiungere alle dichiarazioni ufficiali chiare e nette, la Juventus ha fretta e deve agire subito, ma non può certo andare a stuzzicare la querelle Napoli-Giuntoli, restando spettatrice assai interessata, in attesa di eventuali novità a riguardo di un legame interrotto. In quel caso Giuntoli arriverebbe subito, con Manna pronto a diventare il primo collaboratore del nuovo direttore sportivo. Ma chi è Manna, come è arrivato alla Juve, e come mai gode di tanta fiducia?

Entra a far parte della Juventus nel luglio del 2019, vestendo i panni di responsabile della Primavera, ma prima di approdare a Torino, Giovanni Manna ha cominciato la sua attività come Club Manager a Forlì nella stagione 2013/2014, per poi sbarcare, l’anno successivo, in Svizzera lavorando prima con il Chiasso, ricoprendo le mansioni di team manager, poi con il Lugano, dove Manna è diventato direttore sportivo. Con il club ticinese il ds è arrivato terzo nel campionato elvetico, ottenendo l’accesso all’Europa League. Nel luglio del 2019 Giovanni Manna giunge alla Juventus come responsabile della primavera, lavora a stretto contatto con Paratici e Cherubini, e in seguito viene ritenuto idoneo per occuparsi della Juventus Next Gen., dove svolge un gran lavoro, scoprendo tanti talenti che poi sono esplosi, arrivando in prima squadra con ottimi risultati. Va ulteriormente aggiunto che il percorso con la Next Gen ha premiato il lavoro fatto, con la compagine che si è guadagnata i playoff per tentare la scalata alla cadetteria, e la finale purtroppo persa, nella Coppa Italia di categoria, nello scorso aprile, contro il Vicenza.

Manna ha svolto un gran lavoro valutato positivamente dalla società, permettendo a talenti come Miretti, Soulé, Iling-Junior, di entrare in pianta stabile in prima squadra e a ragazzi come Barrenechea e Barbieri di ritagliarsi, debutti, presenze e visibilità. Insomma, risultati apprezzabili quelli ottenuti con il suo operato, e in breve tempo. Va svelata una curiosità, dopo l’esperienza perpetrata in Svizzera, alcuni club italiani lo notano, la Juventus, però, se lo assicura battendo sul filo di lana i forti interessamenti dell’Inter. Nel ruolo di ds è stato capace di compiere un’ascesa repentina e meritata senza stop alcuno, affiancando Cherubini, e ricoprendone le funzioni dopo l’inibizione ricevuta dal dirigente umbro, per le sentenze della giustizia sportiva. Ottima l’intesa professionale con il capo scouting Matteo Tognozzi, e anche grazie a questa sinergia Manna ha detto no all’Udinese che gli aveva proposto un ruolo importante in prima squadra. Ora si trova a ricoprire il ruolo che aveva sognato da sempre, direttore sportivo della Juventus, in attesa di novità sul fronte Giuntoli. Va detto che nell’ultimo mese e mezzo, Manna è stato più volte lusingato da corteggiamenti provenienti da Empoli e dalla nuova Sampdoria, ma ormai il dado è tratto, il suo futuro sarà bianconero. Magari ad affiancare Giuntoli, oppure in solitaria sulla plancia di comando, assistito da altri dirigenti, vedasi Calvo. Una cosa sola è certa, Giovanni Manna, all’età di 35 anni, sembra proprio la classica figura a cui appiccicare l’etichetta di predestinato.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile