Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Juventus, Paolino: "Dai Max, coraggio e alziamo l'asticella"

Juventus, Paolino: "Dai Max, coraggio e alziamo l'asticella"TUTTOmercatoWEB.com
lunedì 15 agosto 2022, 08:20Altre Notizie
di Redazione TMW
fonte Paolino per bianconeranews.it

Un passo alla volta, certo, ma se per migliorare non bastasse questa stagione – la seconda dopo il suo ritorno – e neppure il mercato più funzionale degli ultimi anni, allora il problema comincerebbe a tormentare anche chi ha spalleggiato il ritorno di Max alla base. Le parole di Allegri, alla vigilia dell'esordio in campionato contro il Sassuolo, nascondono più ombre che certezze. Ma anche tante speranze legate alla fame ritrovata da quei giocatori che non si confronteranno più con un gruppo dalla pancia piena, ma con quello rivoluzionato e privato di tante pedine sopravvalutate anche solo nell'indossare la maglia bianconera.

Assenze – Mancherà Rabiot portato per mano allo United dove lo capiranno meglio. La squalifica peserà anche per Kean, mentre il solito problemino “diplomatico” di inizio anno terrà lontano dalle convocazioni Arthur, non l'unico e neppure il più imbarazzante mistero delle ultime campagne trasferimenti firmate ancora – e a fatica – da Paratici. Dybala ha esordito con la maglia della Roma, mentre Bernardeschi e Chiellini, per motivi diversi, hanno affilato i tacchetti dove si potrebbe giocare anche in ciabatte. Non vorrei poi infierire sul nome di Ramsey che riporta me e i miei coetanei al ricordo di Rush. Tutto detto. Senza dimenticare De Ligt per cui l'asticella di Allegri era troppo bassa rispetto a quella prospettata sotto la gestione Sarri. In definitiva un bel “taglia e cuci” di Arrivabene utile anche per la colonna stipendi.

Novità – La novità potrebbe quindi essere rappresentata dall'entusiasmo e dalla qualità dei “nuovi”, di sicuro superiore a quella dei loro predecessori. Ne sono assolutamente convinto: Bremer, Pogba, Di Maria, Kostic. Aspettando Paredes e il colpo ad effetto che dovrebbe chiamarsi Depay. Ma quello che poi servirà sarà praticità e coraggio da parte dell'allenatore, a quel punto senza più alibi e meno tempo a disposizione per chiarire (ed esprimere) il vero valore tecnico-tattico della squadra. Nessuno chiede di vincere o di giocare bene. Il tifoso chiede di veder giocare a calcio la nostra Juventus con la stessa intensità e freschezza delle migliori squadre europee. E neppure tutte più forti, sulla carta, rispetto alla nostra.

Nuovo appuntamento – Un ferragosto inedito e speciale. Inedito per la prima in campionato e speciale per l'aggiunta su Radiobianconera del programma “la Juve in gol” condotto da Claudio Zuliani, in onda dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 13.
Per dimostrarvi sempre di più che siamo e resteremo la radio ufficiale dei tifosi “veri” come voi.